Pietracamela, 251 abitanti, non ha il bancomat. M5s porta il caso in Parlamento

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 Settembre 2018 10:54 | Ultimo aggiornamento: 6 Settembre 2018 10:59
Pietracamela, 251 abitanti, non ha il bancomat. M5s porta il caso in Parlamento

Pietracamela, 251 abitanti, non ha il bancomat. M5s porta il caso in Parlamento

TERAMO – A Pietracamela, borgo di 251 anime arroccato alle falde del Gran Sasso, non c’è un bancomat. L’unico sportello esistente è stato disattivato lo scorso 7 maggio. Da allora, turisti e residenti, devono percorrere più di 20 km di impervio territorio montano per prelevare contanti. Il caso è finito nientemeno che in Parlamento, dove il deputato M5s Antonio Zennaro, ha esposto accorato i disagi del piccolo centro urbano, annoverato tra i Borghi più belli d’Italia.

“Parliamo di un territorio già colpito dal sisma 2009 e dal sisma 2016”, ha detto Zennaro alla Camera. “Un territorio che con molte difficoltà ma tanto impegno sta tentando in tutti i modi di rilanciare la sua naturale vocazione turistica, infatti è la principale stazione sciistica della provincia di Teramo. Tuttavia già da qualche mese il comune è sprovvisto di uno sportello bancomat dopo la chiusura di quello esistente”.

La situazione, spiega Zennaro, “è stata segnalata soprattutto alla regione Abruzzo a cui, per competenza, spetta la materia turistica. Spero che con questo intervento finalmente la Regione si attivi per questo sportello bancomat anche perché fra poco arriverà la stagione invernale. Senza infrastrutture di base non c’è possibilità di rilancio vero per la montagna teramana, senza servizi di base l’unico risultato che avremo è lo spopolamento ed un calo del turismo.”

Una vicenda che sta particolarmente a cuore all’onorevole Zennaro, che già nei mesi scorsi aveva inviato una lettera a tutti gli istituti di credito della provincia di Teramo invocando un celere intervento.