Roma, commissario: Riccardo Carpino in pole. Identikit

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Ottobre 2015 12:43 | Ultimo aggiornamento: 9 Ottobre 2015 12:43
Roma, commissario: Riccardo Carpino in pole. Identikit

Roma, commissario: Riccardo Carpino in pole. Identikit

ROMA – Chi sarà il commissario prefettizio che reggerà il governo della città di Roma traghettandolo verso le elezioni di maggio? In pole position c’è Riccardo Carpino, già commissario della provincia di Roma. Non sarà – era stato ventilato – il prefetto Franco Gabrielli: si sarebbe dovuto nominare un nuovo prefetto di Roma che poi gli avrebbe assegnato l’incarico. In più, la mossa sarebbe apparsa un modo per tirare la volata allo stesso Gabrielli nella corsa a sindaco. Si limiterà invece a nominare un commissario (Carpino appunto il più papabile) e due vice.

Chi è Riccardo Carpino. “Farò quello che l’amministrazione mi chiederà di fare”, così Riccardo Carpino a chi gli chiedeva se fosse disponibile a ricoprire eventualmente il ruolo di prefetto di Roma, in vista della fine del mandato di Giuseppe Pecoraro. Il suo autoritratto fu lui stesso a fornirlo.

“Dal 1991 mi occupo di enti locali, dal 2001 mi è toccato in sorte di fare il direttore della Conferenza Stato-Regioni e Unificata, poi ho fatto il direttore della conferenza Stato-Città, ho fatto due volte il capogabinetto al ministero per i Rapporti con le Regioni, spero che quello che la mia amministrazione vorrà fare sia consono alla mia esperienza”.

L’ultimo incarico è quello di Commissario per il coordinamento delle iniziative di solidarietà alle vittime dei reati di tipo mafioso. Nato a Catania nel 1957, laureato in Giurisprudenza, è stato nominato prefetto nel 2007.