Sondaggio Swg, Pd primo partito al 27,6%. Crescono Pdl (26,8%) e M5s (18,1%)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Giugno 2013 12:19 | Ultimo aggiornamento: 28 Giugno 2013 12:20
Sondaggio Swg, Pd primo partito. Crescono Pdl e M5s

Sondaggio Swg, Pd primo partito. Crescono Pdl e M5s

ROMA – Il Pd è ancora il primo partito nelle intenzioni di voto degli italiani e resta stabile al 27,6 %. Battono la risalita il Pdl e Il Movimento 5 Stelle. Quasi un punto in più per il Pdl (+0,9%), che accorcia le distanze attestandosi al 26,8 percento. Più 1,2% per il M5s, che rastrella il 18,1% dei consensi. Sono i numeri del sondaggio realizzato dall’Istituto Swg in esclusiva per Agorà, su Rai Tre.

Resta pressoché stabile Scelta civica (+0,1%), che si attesta al 5,3 percento. Sale di mezzo punto la Lega Nord, che supera la soglia del 5 percento (5,2%). Cala invece di oltre mezzo punto Sel (-0,7%), che scivola al 4,6 percento. Pressoché invariato il risultato di Fratelli d’Italia (-0,1%), al 2,2 percento. Perde leggermente Azione civile di Antonio Ingroia (-0,2%), all'(1,9%), mentre cala di quasi mezzo punto l’Udc (-0,4%), che chiude all’1,3 percento.

Cala di due punti in una settimana la fiducia degli italiani nel governo Letta, che scivola al 33 percento. Dal suo insediamento l’esecutivo ha perso 10 punti complessivi. Il giudizio sull’esecutivo divide gli elettori dei due principali partiti che lo sostengono. Secondo il sondaggio infatti, il 60 percento degli elettori Pd è convinto che la convivenza col Pdl dovrebbe chiudersi subito. Opposto il parere degli elettori del Pdl, che apprezzano in massa (76%) il governo di larghe intese.

Alleggerire la pressione fiscale o attuare politiche che servano a creare posti di lavoro? Dovendo scegliere, la maggioranza degli italiani (52%) preferirebbe diminuire le tasse. Nel dettaglio, opterebbero per la diminuzione delle tasse due elettori su tre di centrodestra e il 58 percento del Movimento 5 Stelle. A pensarla diversamente è oltre la metà dell’elettorato del centrosinistra (61%), secondo cui è invece prioritaria la creazione di nuovi posti di lavoro.

Queste le intenzioni di voto (tra parentesi la variazione percentuale rispetto alla rilevazione del 21 giugno):

Pd 27,6% ( = ).

Pdl 26,8% (+0,9).

M5S 18,1% (+1,2).

Scelta Civica 5,3% (+0,1).

Lega Nord 5,2% (+0,5).

Sel 4,6% (-0,7).

Fratelli d’Italia 2,2% (-0,1).

Azione Civile 1,9% (-0,2).

Udc 1,3% (-0,4).

La rilevazione è stata eseguita dalla SWG Spa-Trieste per Agorà RAI 3 nei giorni 25-26 giugno 2013 tramite sondaggio online CAWI su un campione casuale probabilistico stratificato e di tipo panel ruotato di 1500 soggetti maggiorenni (su 3824 contatti complessivi). Il campione intervistato online è estratto dal panel proprietario SWG. Tutti i parametri sono uniformati ai più recenti dati forniti dall’ISTAT. I dati sono stati ponderati al fine di garantire la rappresentatività rispetto ai parametri di sesso, età e macro area di residenza. Margine d’errore massimo: +/- 2,9%.