Tommaso Cerno si candida col Pd e lascia Repubblica dopo pochi mesi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 gennaio 2018 14:00 | Ultimo aggiornamento: 26 gennaio 2018 16:48
Tommaso Cerno lascia direzione Repubblica dopo pochi mesi e si candida col Pd

Tommaso Cerno lascia direzione Repubblica dopo pochi mesi e si candida col Pd

ROMA – Tommaso Cerno si è candidato col Pd e ha deciso di porre fine alla sua avventura in Repubblica dopo appena pochi mesi. Ad annunciare la sua discesa in politica al fianco di Matteo Renzi il 26 gennaio è stato lo stesso condirettore del quotidiano, che ha scelto Twitter per dare la notizia.

Cerno in un cinguettio ha spiegato la sua decisione di candidarsi con il Pd e ha scritto:

“Mi chiedono: ma ti candidi? Come fossi il primo italiano che sceglie di portare le sue battaglie culturali, dai diritti civili alla libertà di pensiero, dove possono diventare realtà. È una scelta di vita, personale, combattuta. Ringrazio @repubblica per tutto ciò che mi ha dato”.

Cerno, precisa Repubblica sul suo sito, ha deciso di candidarsi con il Pd e ha spiegato:

“Ho fatto da giornalista battaglie civili per i diritti di ognuno e penso che nella parola partito e nella parola democratico ci sia spazio per questi diritti. Mi ha convinto il fatto che in un Paese che si sta liquefacendo, a gente come me, alla mia età, si chieda di metterci la faccia. Ho chiesto la possibilità di continuare le mie battaglie di una vita, anziché sulla carta, sulla strada. Repubblica è il giornale che mi ha dato tutto, che ha combattuto con me queste battaglie. Sono grato al direttore Calabresi di avermi lasciato libero nella scelta, che è mia personale e non ha nulla a che vedere con Repubblica che è la mia casa e lo resterà sempre”.

Già direttore dell’Espresso e del Messaggero Veneto, dallo scorso 25 ottobre era diventato condirettore di La Repubblica. Mario Calabresi, direttore del quotidiano, lo ha salutato così su Twitter:

“@Tommasocerno ha fatto una scelta di vita personale e importante e lascia @repubblica un grande in bocca al lupo”.