Datagate, Barack Obama: “Usa in equilibrio tra intelligence e diritti civili”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Giugno 2013 14:10 | Ultimo aggiornamento: 19 Giugno 2013 14:13
Datagate, Barack Obama: "Usa in equilibrio tra intelligence e diritti civili"

Barack Obama e Angela Merkel (Foto Lapresse)

BERLINO –  Datagate, il presidente americano Barack Obama torna a difendersi: “Gli Stati Uniti hanno mantenuto un equilibrio appropriato tra le esigenze dell’intelligence e i diritti civili”. Parlando da Berlino, dove è in visita alla cancelliera tedesca Angela Merkel, Obama ha assicurato alla comunità internazionale che gli Stati Uniti “non frugano nelle email dei cittadini”.

Tanti i temi affrontati nel discorso alla Porta di Brandeburgo. Sul versante della politica estera Obama ha ribadito la volontà di far finire lo “spargimento di sangue in Siria” e ha sottolineato che tutti i paesi del G8, Russia inclusa, sostengono la necessità di creare in Siria un governo di transizione con pieni poteri”.

Obama e Merkel hanno affrontato anche i temi economici. La Germania, ha assicurato la cancelliera, si impegnerà pienamente per il successo del trattato di libero commercio tra con gli Usa. La creazione di un’area di libero scambio tra Ue e Usa assicurerà “vantaggi per tutti”, le ha fatto eco Obama. “Anche se abbiamo attraversato la peggiore recessione, abbiamo tratto una lezione: la creazione di un’area di libero scambio Usa-Ue sarà la più grande nel mondo e assicurerà 13 milioni di posti di lavoro”.