Obama a Ue: più spese militari. Renzi: sì ma…L’Italia le ha dimezzate

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 settembre 2014 17:03 | Ultimo aggiornamento: 5 settembre 2014 17:20
Obama a Ue: più spese militari. Renzi: sì ma...L'Italia le ha dimezzate

Obama a Ue: più spese militari. Renzi: sì ma…L’Italia le ha dimezzate

ROMA – Al vertice Nato in corso in Galles il presidente americano Barack Obama ha detto una cosa agli alleati europei. In buona sostanza: per difendersi dalle minacce della Russia, minacce ai confini europei, per difendersi dalle minacce internazionali dell’Isis, servono soldi. Ha toccato, insomma, il capito spese militari, capitolo scottante perché significa che gli alleati europei dovranno versare altri soldi per difendersi.

Negli ultimi anni, anni di crisi, l’Europa ha sensibilmente ridotto le proprie spese militari. Il nostro Paese ha ridotto ulteriormente le spese militari che oggi sono poco sotto l’1% del nostro prodotto interno lordo. Matteo Renzi ha accettato l’idea di aumentare le spese, come suggerito da Obama, ma ha fatto notare che, se più soldi vanno spesi, questo deve avvenire fuori dai rigidi vincoli del patto di stabilità.

Alla fine i leader della Nato hanno deciso di “invertire l’andamento di riduzione dei bilanci per la difesa” e di portarli al livello del 2% del Pil entro 10 anni. E’ scritto nelle conclusioni del vertice della Nato. Il segretario generale si è detto “rassicurato” dall’ impegno politico preso “per la prima volta” da tutti i leader.