Obama sullo Stato dell’Unione: “Asili gratis e legge contro le armi”

Pubblicato il 13 Febbraio 2013 9:40 | Ultimo aggiornamento: 13 Febbraio 2013 9:41
Obama sullo Stato dell'Unione: "Asili gratis e legge contro le armi"

Barack Obama al Congresso. Alle sue spalle il vicepresidente Joseph R. Biden Jr. e lo speaker John A. Boehner (Foto Lapresse)

WASHINGTON – Rafforzare la classe media e approvare la legge che regolamenti la vendita delle armi: nel discorso sullo Stato dell’Unione Barack Obama si rivolge al Congresso e, tra le fila dei parlamentari, ai genitori delle vittime della strage di Newtown. Ci sono anche una donna di 102 anni che ha fatto sei ore di coda per andare a votare a novembre, e l’infermiera che ha salvato i neonati di un ospedale di New York durante l’uragano Sandy. E’ questa l’America migliore di Obama, la classe media che va protetta,”nostro compito non ancora raggiunto è ripristinare il patto di base che ha costruito questo paese: l’idea forte che se si lavora duro, in modo responsabile, si può andare avanti, non importa da dove vieni, come sei, o chi ami”.

Obama propone asili gratuiti per i bambini di famiglie bisognose di 3 e 4 anni, e di alzare il salario minimo da 7,35 dollari l’ora a 9 dollari: ”Nella Nazione più ricca al mondo nessun lavoratore a tempo pieno dovrebbe vivere in povertà. Questo passo potrebbe alzare gli stipendi di milioni di famiglie di lavoratori, potrebbe fare la differenza tra fare la spesa in drogheria o ricorrere alle donazioni di cibo, pagare l’affitto o essere sfrattati”.

Alle donne deve essere garantita la parità di salario. Va combattuta la disoccupazione. Bisogna seguire “l’esempio di Apple, tornata a fabbricare computer negli Stati Uniti. Le leggi sull’immigrazione devono essere meno restrittive.

Obama si rivolge idealmente anche a tutti quei genitori, mariti o mogli di soldati in Afghanistan, e conferma il ritiro di 34mila militari entro un anno e il ritiro completo entro la fine del 2014.

Chiede giustizia sociale, tutela di diritti, azioni per fermare il cambiamento climatico e avverte le lobby del petrolio: “Se il Congresso non agisce, lo farò io, usando i poteri dell’esecutivo per tagliare le emissioni carboniche e sviluppare le energie rinnovabili, dimezzare i consumi energetici delle nostre case”.

Alla fine, torna su quella che ormai è la sua battaglia: una nuova legge sulle armi. Si rivolge direttamente ai genitori di Hadiya Pendleton, la ragazza di 15 anni uccisa a Chicago dopo essere stata al Discorso dell’Inaugurazione di Obama. I suoi genitori sono accanto a Michelle. Poco distanti ci sono alcuni sopravvissuti dalla strage di Newtown e alcuni parenti delle vittime di Aurora. Poco più sotto Gabrielle Giffords con il marito. Obama li saluta ad uno ad uno. Poi conclude: ”Tutti loro meritano un voto, un semplice voto”.