Papa Francesco: “Preghiamo per l’Egitto. Fede e violenza incompatibili”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Agosto 2013 - 13:03 OLTRE 6 MESI FA
Papa Francesco

Papa Francesco (foto Ansa)

CITTA’ DEL VATICANO – Papa Francesco ricorda la violenza in Egitto e prega per il ritorno della Pace. “Continuiamo a pregare – le sue parole durante l’Angelus di domenica 18 agosto – per la pace in Egitto. Preghiamo insieme la Regina della Pace”.

Il Papa ha ricordato come violenza e fede siano incompatibili.  Il Vangelo “non autorizza affatto l’uso della forza per diffondere la fede. E’ proprio il contrario: la vera forza del cristiano è la forza della verità e dell’amore, che comporta rinunciare ad ogni violenza. Fede e violenza sono incompatibili”.

“Fede e fortezza vanno invece insieme”, ha spiegato il Papa che ha ripetuto due volte il suo monito contro l’associazione tra fede e violenza. Ma quella del cristiano, ha sottolineato, “è la forza della mitezza, la forza dell’amore”.     Papa Francesco ha letto il brano del Vangelo in cui Gesù dice ai Discepoli: “Pensate che io sia venuto a portare pace sulla terra? No,io vi dico, ma divisione”. “Che cosa significa questo – ha chiesto il Papa introducendo la sua spiegazione -. Significa che la fede non è ornamentale“, “la fede comporta scegliere Dio come criterio-base della vita, e Dio non è vuoto, non è neutro”.

Per questo, ha proseguito Bergoglio, “Gesù dice: sono venuto a portare divisione, non che Gesù voglia dividere gli uomini tra loro, al contrario: Gesù è la pace è la riconciliazione”, ma rinunciare al male e scegliere il bene, “divide, lo sappiamo, divide anche i legami più stretti”. “Questa parola del Vangelo – ha quindi sottolineato il Papa lanciando il suo monito contro la violenza in nome della fede – non autorizza affatto l’uso della forza”.