Vittorio Feltri contro Fiorello: “Sulla droga lo abbiamo salvato. Era pieno zeppo di cocaina…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 settembre 2013 8:45 | Ultimo aggiornamento: 20 settembre 2013 8:45
Vittorio Feltri contro Fiorello: "Sulla droga lo abbiamo salvato. Era pieno zeppo di cocaina..."

Vittorio Feltri contro Fiorello: “Sulla droga lo abbiamo salvato. Era pieno zeppo di cocaina…”

ROMA – Vittorio Feltri, dalle pagine del Giornale, continua la polemica a distanza con Fiorello, dopo il finto videomessaggio su Berlusconi. Ieri (19 settembre), su La7 Feltri aveva detto “Fiorello fa più pena di Berlusconi, oggi, la replica con un editoriale titolato “Di governo e di Fiorello”:

“Ieri sulla 7 (e ieri l’altro su Rai 1) è andato in onda un filmato in cui Fio­rello, il fenomeno, faceva il verso a Sil­vio Berlusconi in chiave satirica. In sin­tesi, una presa in giro di pessimo gu­sto. Il Cavaliere presentato come un fesso che reagiva con rabbia alla con­danna della Cassazione a versare una montagna di denaro a Carlo De Bene­detti. Di norma scherzare è lecito o ad­dirittura opportuno per sdrammatiz­zare certe situazioni. Ma sfottere un uomo in procinto di scontare una pe­na detentiva, di abbandonare la politi­ca attiva, il seggio senatoriale e a sve­narsi finanziariamente è un’operazio­ne disgustosa.
Se un tuo avversario crolla, è buona norma aiutarlo a rialzarsi; sferrargli un calcio mentre è a terra è da vigliac­chi. D’altronde quando Fiorello era schiavo della droga, pieno zeppo di co­caina, e rischiava di scomparire, nes­suno di noi ha osato colpirlo alla schie­na né al petto. Siamo stati zitti speran­do che egli si riprendesse. Si è ripreso e ce ne rallegriamo. Ci aspettavamo che Fiorello si comportasse con Berlusco­ni come noi ci comportammo con lui. Con un minimo di stile.