Perchè le zanzare ci pungono?

Sono attratte da una sostanza emessa dalla nostra pelle, il nonanal, che viene rintracciato dagli insetti attraverso le loro antenne.

Quante volte ci è capitato di venir punti da una zanzara, specie nel periodo estivo, ma ultmiamente anche in quello invernale? Un gruppo di ricercatori dell’Università della California ha spiegato il motivo per cui le zanzare ci pungono, sottolinenando che l’odore naturale emesso da uomini, uccelli e altri animali, attira più di ogni altra cosa i piccoli insetti.

La ricerca è stata eseguita per combattere soprattutto le zanzare Culex che trasmettono il virus del Nilo occidentale e altre malattie che possono essere anche mortali, ma si è poi scoperto che le conclusioni valgono anche per molte altre specie di zanzare.

L’entomologo Walter Leal e il collega Zain Syed hanno scoperto che il nonanal, emesso dall’uomo, è la sostanza che attira le zanzare verso il sangue. Il nonanal è un prodotto chimico complesso, la cui molecola è composta da carbonio, idrogeno e ossigeno. Esso viene usato anche per produrre alcuni profumi. Dai chimici, il nonanal è definito come un “semiochimico”, ossia una sostanza chimica che trasmette un messaggio.

“E’ attraverso il nonanal che le zanzare ci trovano. Le loro antenne si sono sviluppate per individuare anche le più piccole concentrazioni di nonanal. Esse infatti hanno perfezionato i neuroni che captano tale sostanza”, ha spiegato Leal.

Per essere certi che fosse proprio il nonanal ad attirare le zanzare, gli insetti sono stati sottoposti all’odore emesso dalla pelle umana di neri, bianchi, cinesi, caucasici, latini e indiani di età compresa tra i 20 e 55 anni. Eliminando di volta in volta le varie sostanze chimiche si è trovato che le uniche che attirano realmente le zanzare sono l’anidride carbonica, ma molto di più proprio il nonanal.

Gestione cookie