Arezzo, fuori rosa la talpa che ha registrato Ezio Capuano

La talpa è Nicolò Sperotto, giovane in prestito dal Carpi. Ha registrato il mister Capuano nello spogliatoio, mentre quest’ultimo diceva alla squadra cose come “bestie umane” e “vi squarto”
Arezzo, fuori rosa la talpa che ha registrato Ezio Capuano
Arezzo, fuori rosa la talpa che ha registrato Ezio Capuano

AREZZO – La talpa che ha diffuso lo sfogo dell’allenatore dell’Arezzo Ezio Capuano è stata individuata ed è stata messa fuori rosa. Si chiude così, per ora, l’incredibile vicenda che ha visto protagonista il mister, registrato da un giocatore, mentre inveiva contro la squadra dopo una sconfitta con una squadra di promozione. A finire fuori squadra, secondo le prime informazioni, sarebbe un giovane proveniente dal Carpi, Nicolò Sperotto.

Succede che mercoledì 7 ottobre l’Arezzo gioca una partitella infrasettimanale. La gioca contro una squadra di promozione e sulla carta è una di quelle sgambate in cui si segnano 5-6 gol. E invece i toscani perdono. Ezio Capuano che è uno di quelli abituati a farsi sentire, uno che quando i punti contano vuole i suoi come “maiali assatanati” a perdere con una squadra così non ci sta.

E nella sacre mura dello spogliatoio ne dice quattro ai suoi. Non è una normale lavata di capo. Capuano insulta (“siete delle bestie umane”), minaccia (“io vi squarto”), è decisamente su di giri. Non sa, mister Capuano, che c’è un giocatore che con il telefono sta registrando quello che dallo spogliatoio non dovrebbe uscire.

Nessuno osa interrompere né controbattere al tecnico ma la “talpa” va oltre: inizia a mandare il video su Whatsapp ai suoi contatti. Il video si viralizza immediatamente: finisce sui social e su YouTube. E Capuano, se possibile, la prende ancora peggio. Rischia di pagare per tutti il capitano della squadra, che è estraneo alla registrazione ma è il responsabile della squadra.

Si arriva al week end e arriva la partita interna con la Carrarese. Sulla carta è una sfida difficile per i ragazzi di Capuano. Ma la disfatta va ben oltre il prevedibile: l’Arezzo viene schiantato 1-4 in casa. Uno di quei risultati che a pensar male fa pensare ad una squadra che proprio compatta col tecnico non sta.

Nella conferenza stampa del dopopartita, però, più che della sconfitta si parla della talpa. E Capuano non usa mezzi termini: “La sua avventura ad Arezzo è finita qui”. Da quel momento l’Arezzo entra in silenzio stampa ma la stampa locale fa il suo lavoro e la scova. Sarebbe secondo il Corriere di Arezzo, un giovane, Nicolò Sperotto, che ad Arezzo è arrivato in prestito da Carpi. Voluto, ironia della sorte, proprio da Capuano.

Sperotto sarebbe già finito fuori rosa. Difficile, quasi impossibile viste le parole di Capuano, che Sperotto indossi ancora la maglia dell’Arezzo.

Gestione cookie