Calcio: Glasgow Rangers addio premier, retrocessi per debiti

Pubblicato il 4 Luglio 2012 20:48 | Ultimo aggiornamento: 4 Luglio 2012 20:49
Rangers Glasgow

Rangers Glasgow (LaPresse)

GLASGOW – Da sempre il campionato scozzese ha significato Rangers contro Celtic, le due squadre di Glasgow. Con le altre squadre quasi sempre relegate al ruolo di comprimarie. Il 4 luglio questa epoca si chiude: è arrivata l’ufficialità Rangers di Glasgow sono stati, infatti, esclusi dal prossimo campionato della Scottish Premier League a causa dei problemi finanziari accumulati in questi ultimi anni dallo storico club d’oltremanica.

La società, in via di liquidazione, aveva chiesto ugualmente l’iscrizione al campionato sotto l’egida di una nuova società, ma gli altri club che compongono la Lega calcio scozzese hanno votato contro. Bisognera’ ora capire da dove, i Rangers, saranno costretti a ripartire: se dal fondo della Scottish Football League (l’equivalente della Lega Pro 2/a divisione), o dalla First Division (la serie B).

Il fisco britannico, che ha aperto mesi fa un contenzioso con il club protestante 54 volte campione di Scozia per una somma superiore ai 20 milioni di euro, aveva respinto un piano di risanamento avviato dall’uomo d’affari ed ex amministratore delegato dello Sheffield United, Charles Green. Poi si è andati avanti a colpi di ricorsi, contro-ricorsi e ricerca di soci, fino al no definitivo di oggi che segna la fine di un’epoca per il piu’ storico club della storia scozzese