Calciomercato Juventus, Rolando ad un passo. Sneijder, Montoya e Shaqiri obiettivi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Dicembre 2014 9:52 | Ultimo aggiornamento: 28 Dicembre 2014 9:52
Calciomercato Juventus, Rolando ad un passo. Sneijder, Montoya e Shaqiri obiettivi

Rolando nella foto LaPresse

TORINO – La Juventus è attivissima sul calciomercato. Stando a quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, in un articolo a firma di Mirko Graziano, è quasi fatta per Rolando, ex calciatore di Inter e Napoli, e ci sarebbero trattative in corso anche per Wesley Sneijder, Montoya e Shaqiri. Riportiamo di seguito l’articolo della Gazzetta per la nostra rassegna stampa quotidiana.

“La svolta tattica di Allegri richiede più qualità a ridosso delle punte: si fa dunque caldo il fronte trequartista, e ieri ne hanno parlato Marotta, Paratici e il tecnico livornese.

La Roma è avversaria credibile, ormai tecnicamente vicinissima ai campioni d’Italia, e allora in corso Galileo Ferraris sono pronti a intervenire concretamente nel mercato di gennaio. Lo scudetto resta infatti il primo obiettivo stagionale, senza discussioni. Ecco perché il «casting» comprenderà pure quei giocatori eventualmente non utilizzabili in Champions.

Occhio a Wesley Nel mirino dell’a.d. bianconero Beppe Marotta è entrato Wesley Sneijder, già protagonista in questa Champions, ma probabilmente il miglior trequartista potenzialmente sul mercato. Anzi, a dire il vero il 30enne olandese garantisce, dalla metà campo in avanti, livelli di eccellenza praticamente in ogni posizione. I primi messaggi indiretti sarebbero già partiti verso uno degli uomini chiave del Triplete interista, e allo stesso tempo qualcosa si sarebbe mosso anche fra i club, con il Galatasaray che di questi tempi non sembra navigare in acque tranquillissime dal punto di vista economico. Possibile che un primo approccio ufficiale fra tutte le componenti possa avvenire già nei prossimi giorni.

Alternative… Altri due nomi sono sotto osservazione: Xherdan Shaqiri e Hatem Ben Arfa. Il primo, nazionale svizzero, è di fatto ai margini del Bayern Monaco di Pep Guardiola e già in estate aveva strizzato l’occhio ai campioni d’Italia. I tedeschi non gli rinnoveranno il contratto (scadenza nel 2016), ma continuano comunque a chiedere non meno di 15 milioni per il cartellino. A queste cifre Marotta nemmeno si siede al tavolo delle trattative. Occhio invece a Hatem Ben Arfa, uno dei tre ex monelli francesi classe 1987: gli altri due erano Karim Benzema e Jeremy Menez. Altro talento purissimo, 13 presenze e due gol con la maglia della Francia, Ben Arfa era uno dei pallini di Lele Oriali, ai tempi uomo mercato dell’Inter. A giugno si libererà dal Newcastle e ha appena rotto con l’Hull City, dove era stato girato in prestito: situazione perfetta per una scommessa stile Milan con Menez appunto. In Germania dicono che ci sia pure l’Amburgo su Ben Arfa.
Rolando in 48 ore? Intanto, la Juventus attende una risposta dal Porto per quanto riguarda Rolando, 29enne difensore portoghese che ha già vissuto il nostro campionato con le maglie di Napoli e Inter.

La Juve ha finora trattato sulla base di un prestito oneroso con diritto di riscatto: si può chiudere nel giro di 48 ore. Di sicuro, i bianconeri sono molto più avanti con Rolando rispetto al 21enne Montoya, ma non è ancora da escludere che possano arrivare entrambi, soprattutto se l’uruguaiano Caceres non darà garanzie adeguate alla ripresa degli allenamenti: provino previsto a ridosso della sfida casalinga con l’Inter.

Per il 23enne esterno spagnolo (clausola da 20 milioni di euro), il Barcellona chiede almeno 15 milioni, la Juve è invece disposta ad arrivare al massimo a 6-7 milioni. Da tenere d’occhio poi una pista olandese: a gennaio può infatti liberarsi senza troppi problemi Stefano Denswil, gigante olandese dell’Ajax.

E’ nazionale under 21 e può giocare indifferentemente sia come centrale sia come esterno di sinistra: è già nel mirino dell’Inter. Là dietro è emergenza vera in casa Juve, e andrà monitorata con grande attenzione pure la situazione di Barzagli, operato tempo fa al calcagno destro. Zero presenze in questa stagione, la sua ultima gara in bianconero risale all’11 maggio scorso, 74’ contro la Roma, all’Olimpico, e sembra che il rientro possa slittare a metà febbraio”.