Crisi Fiorentina, Antognoni: “Ciclo finito, io in società? Non mi hanno cercato”

Pubblicato il 28 Febbraio 2011 19:05 | Ultimo aggiornamento: 28 Febbraio 2011 19:12

Giancarlo Antognoni

FIRENZE – ”Ormai è evidente che nella Fiorentina si è chiuso un ciclo tecnico”. E’ l’analisi impietosa di Giancarlo Antognoni dopo lo scialbo 1-1 e la deludente prova offerta dai viola a Bari.

”Non ho assistito a tutta la partita ma per quel che ho visto la Fiorentina ha commesso un grosso passo indietro rispetto alle buone prove con Palermo e Inter – ha detto Antognoni che oggi, insieme al difensore viola Camporese, ha incontrato al Museo del Calcio di Coverciano alcuni studenti per parlare di valori dello sport e della vita – Ma io non darei la colpa a Mihajlovic, lui si è trovato fin dall’inizio in una situazione difficile fra infortunati, problemi di vario tipo e la gestione post-Prandelli. Tutto questo ha finito per pesare sul suo lavoro e sull’intera stagione”.

Mancano ancora 11 gare alla fine del campionato, qualcosa Montolivo & c. dovranno pur fare per provare intanto a recuperare la tifoseria: ”Non avere obiettivi condiziona e lo si sta vedendo – ha ammesso l’ex campione viola – C’e’ chi parla di salvezza? Personalmente l’ho sempre ritenuto riduttivo nel caso della Fiorentina. Non penso proprio che da questo punto di vista ci sia di che preoccuparsi. Semmai da qui alla fine la squadra dovrà fare di tutto per chiudere nel migliore dei modi l’anno regalando qualche soddisfazione ai tifosi e permettendo di programmare al meglio la prossima stagione”.

Vale, secondo Antognoni, sia per i giocatori sia per la società. Una società nella quale, specie negli ultimi tempi, a Firenze si è ripreso ad invocare un ritorno di Antognoni dopo la sua esperienza di dirigente con Cecchi Gori: dagli ex giocatori viola (fra questi Chiarugi, Roggi, Hamrin, Galli) ai tifosi di ieri e di oggi, è un autentico e sentito plebiscito. Il tutto mentre cresce l’attesa per la festa in suo onore che si terrà il 4 marzo al Mandela Forum di Firenze e su Facebook è scattata una petizione proprio per rivedere al più presto Antognoni dentro il club viola.

”Ad ora non c’e’ stato alcun segnale – ha risposto l’attuale responsabile delle nazionali giovanili – Certo che mi ha fatto piacere sentire tante voci a favore di un mio ritorno in Fiorentina, credo che dovrebbe essere intensificato il legame fra la società e la città così come, a mio avviso, bisognerebbe non tenere isolati i giocatori ma farli partecipare di piu’ alla vita cittadina. Piu’ che mai ora, in un momento assai delicato, dove è  importante far punti ma anche e soprattutto riconquistare la gente” ha concluso Antognoni che per la festa venerdi’ ha invitato anche Andrea Della Valle e tutta i dirigenti viola. Sul fronte squadra annunciato per domani un faccia a faccia fra Mihajlovic e i giocatori.