--

Torino-Bologna 2-0: Belotti e Vives stendono Donadoni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Novembre 2015 21:20 | Ultimo aggiornamento: 28 Novembre 2015 21:22

TORINO, STADIO OLIMPICO – Torino-Bologna 2-0, gol: Belotti 75′ e Vives 92′.

Il Torino soffre contro un Bologna coriaceo, anche se rinunciatario, e torna alla vittoria casalinga. Tre punti pesanti grazie alla prima rete stagionale del ‘gallo’ Belotti, sporcato da un dubbio controllo col braccio, e al raddoppio nel recupero di Vives, alla centesima gara con la maglia granata.

Per mister Donadoni è la prima sconfitta da quando si è accomodato sulla panchina emiliana. Risultato giusto, nel complesso, se si considera la mole di gioco espressa dalle due squadre, con un Torino più intraprendente, sospinto dalla bella prova sulle fasce di Molinaro e Bruno Peres, e un Bologna eccessivamente rinunciatario, con l’unico tiro in porta degno di nota giunto al 69′ con Diawara.

Troppo poco per impensierire un Torino tornato sui livelli di inizio stagione, al secondo successo consecutivo dopo il colpo in trasferta con l’Atalanta. Fin dalle prime battute di gioco l’atteggiamento delle due squadre era evidente, con il Torino aggrappato alle iniziative degli esterni e il Bologna, ben schierato da Donadoni, più preoccupato a chiudere gli spazi che a proporsi in attacco.

Eppure il primo brivido l’aveva data una giocata di Giaccherini, con Molinaro a chiudere provvidenzialmente su Mancuso lanciato a rete, che ha protestato per l’eccessiva foga del giocatore granata. Poi il Torino ha iniziato a macinare gioco, e a gestire la partita, senza però riuscire a sbloccarla.

Nella ripresa è sempre il Torino a fare la partita, con Quagliarella che di testa spedisce sulla traversa un cross di Molinaro prima di lasciare spazio a Maxi Lopez, fresco di rinnovo contrattuale. L’attaccante argentino è entrato subito in partita, andando a rincorrere l’avversario e facendo da sponda a Belotti.

La sponda vincente, però, è stata proprio quella del ‘Gallo’, al 30′: stop a seguire che fulmina Maietta e bolide sul primo palo che Mirante vede soltanto passare. E’ la zampata che spezza l’equilibrio della gara e dà fiducia ai padroni di casa che, a differenza di altre partite, mantengono il controllo della partita e non si fanno prendere dall’affanno.

In pieno recupero arriva il gol della tranquillità. A realizzarlo è Giuseppe Vives, 35 anni e una vita da gregario, che infila Mirante con un tiro angolatissimo dalla linea del fondo. La vittoria interrompe la serie positiva del Bologna e rilancia le ambizioni granata.