Zaccheroni ai giapponesi: “Turismo? Il posto giusto è l’Italia”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 settembre 2013 12:34 | Ultimo aggiornamento: 12 settembre 2013 12:35
Zaccheroni ai giapponesi Turismo Il posto giusto è l'Italia (LaPresse)

Zaccheroni ai giapponesi Turismo Il posto giusto è l’Italia (LaPresse)

TOKYO, GIAPPONE – “La nostra capacità di ospitare i turisti è proverbiale, io stesso ho imparato da ragazzo, facendo prima il bagnino poi l’albergatore, e un salto in Italia dovete farlo, da noi si sta bene”.

Così Alberto Zaccheroni, allenatore della nazionale di calcio del Giappone, ha accolto a Tokyo i giornalisti invitati dall’Enit, l’Ente Nazionale del Turismo Italiano, alla conferenza stampa di inaugurazione della Jata Tourism Forum and Travel Showcase, la Fiera del Turismo di Tokyo che si terrà fino a domenica prossima.

Il Ct, davanti al buffet conclusivo a base di piadina, prosciutto, mortadella e vini italiani, ha poi incuriosito la stampa consigliando una particolare ‘variante’ della farcitura della piadina romagnola:

“spesso la mangio insieme ai nostri ‘fischioni’, cioè i calamari freschi del mio mare, quello di Cesenatico”, ha detto. Presente all’incontro il direttore generale dell’Enit Andrea Babbi, per il quale, in tema di promozione turistica, occorre “attuare il catenaccio sui mercati tradizionali e attaccare su quelli emergenti come il Giappone ed altri, anche e soprattutto in vista dell’Expo 2015″.

“Il Giappone, secondo stime prudenziali – ha aggiunto Babbi – è un mercato che in termini turistici ‘vale’ circa 600 milioni di euro. Lo scorso anno i turisti giapponesi hanno fatto circa tre milioni di pernottamenti in Italia e per l’anno in corso il trend è in aumento di circa il 15-20 per cento”.