Alessandra Canale chi è, età, altezza, marito Antonio Caliendo, figli, vero nome, vita privata, biografia e carriera

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 29 Aprile 2021 - 13:09 OLTRE 6 MESI FA
Alessandra Canale chi è, età, altezza, marito Antonio Caliendo, figli, vero nome, vita privata, biografia e carriera

Alessandra Canale chi è, età, altezza, marito Antonio Caliendo, figli, vero nome, vita privata, biografia e carriera (Foto da video Youtube)

Chi è Alessandra Canale: età, altezza, marito, figli, vero nome, vita privata, biografia e carriera della storica annunciatrice tv della Rai. Non tutti sanno, per esempio, che oltre ad aver annunciato i programmi della tv di Stato per tanti anni, è stata anche un’attrice. Scopriamo maggiori dettagli sulla sua vita privata e professionale.

Dove e quando è nata, età, altezza, biografia, vero nome di Alessandra Canale

Alessandra Canale è nata a Formia (Latina) il 31 ottobre 1963. Allo stato attuale ha dunque 57 anni. Il suo segno zodicale è lo Scorpione. Il nome all’anagrafe è Alessandra Pimpinella. L’altezza dichiarata di Alessandra è di 1,78 metri.

Nel 1981 partecipa al concorso Miss Italia e poi si laurea in Lettere e in Giurisprudenza presso l’Università La Sapienza di Roma. Fino al 1986 prende parte come attrice non protagonista ad alcune pellicole della commedia sexy all’italiana. Dal 1989 è giornalista pubblicista iscritta all’Ordine del Lazio. Ha scritto anche alcuni libri.

Il 20 novembre 1983 venne assunta dalla Rai come annunciatrice supplente dalla sede di Roma, per poi essere assunta definitivamente annunciando così i programmi di Rai 1, Rai 2, Rai 3, Rai International 1 e 2, RaiSat, conducendo le rubriche meteo di Rai 1 e Rai 3 (alternata alle sue colleghe), e le rubriche ACI sulla viabilità.

Vita privata di Alessandra Canale: marito Antonio Caliendo, figlio con Amedeo Matacena

Alessandra Canale è sposata dal 2013 con Antonio Caliendo, noto procuratore sportivo. Prima del matrimonio e del suo attuale marito, ha avuto un figlio dalla relazione con l’imprenditore Amedeo Matacena. Suo figlio Amedeo è nato nel 1995. 

Una curiosità: Alessandra ha conosciuto il suo attuale marito quando lavorava al Processo di Biscardi. E Caliendo partecipava spesso al salotto di Aldo Biscardi.

Carriera di Alessandra Canale e la causa alla Rai

La carriera di Alessandra Canale verte soprattutto sul ruolo di annunciatrice in Rai. Eppure proprio quel ruolo la porterà in causa con la tv di Stato.

Il 20 settembre 2003 effettua il suo ultimo annuncio in prima serata su Rai 2 e al termine scoppia a piangere esclamando: “Vi voglio bene tutti”. La Canale presenterà nei giorni successivi un ricorso d’urgenza al Tribunale del Lavoro di Roma, che verrà accolto. ça Rai ricorrerà contro questa decisione, specificando che la mansione di programmista regista (le era stato offerto tale compito alla trasmissione di Rai 2 In famiglia) era una mansione di grado superiore a quella di annunciatrice televisiva, per cui la Rai non aveva garantito una mansione equivalente, ma ne aveva offerta addirittura una migliore, vincendo questo secondo ricorso.

Un ulteriore ricorso vedrà la Canale (nel frattempo tornata in video con la conduzione di Ma le stelle stanno a guardare) vincitrice. È tornata ad annunciare su Rai 2 il 1º maggio 2010. L’11 gennaio 2013, dopo dieci anni di assenza dalla terza rete, in occasione della morte di Mariangela Melato ha effettuato due annunci di emergenza su Rai 3, sostituendo Sarita Agnes Rossi. Ha effettuato un altro annuncio su Rai 3 il 9 settembre 2014. Il suo ruolo di annunciatrice televisiva termina nel maggio 2016, con la definitiva cancellazione della figura della signorina buonasera dai palinsesti della Rai. Dal 23 agosto 2016 entra a far parte della struttura Rai Pubblica Utilità presentando le rubriche Rai CCISS (ora Rai Mobilità), Onda verde, Meteo Sera e Meteo Europa.

Per conoscere nel dettaglio la carriera di Alessandra Canale rimandiamo alla sua pagina Wikipedia.

Alessandra Canale e la malattia del padre

Durante una puntata di Vieni da Me, Alessandra Canale ha parlato della malattia del padre: “E’ stato un dolore devastante perché penso che il morbo di Alzheimer sia una delle malattie più atroci per un essere umano. Vedi questa candela che si spegne giorno dopo giorno e non puoi fare niente”.