Grande Fratello ai box. Bassetti: “11 anni di successi, serve una pausa”

Pubblicato il 2 Aprile 2012 16:23 | Ultimo aggiornamento: 3 Aprile 2012 12:12

Alessia Marcuzzi (Lapresse)

ROMA – Il Grande Fratello va ripensato. Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando una volta a settimana faceva sbancare i dati Auditel. Ora la formula va rivista, il reality si prenderà un anno di pausa, un anno ai box per rilanciarne lo sprint. A spiegarlo è Paolo Bassetti, presidente Endemol: ”Quello di domenica sera è stato un risultato prevedibile. Siamo consapevoli che il prodotto, come altri, va rivisto. Ma sono convinto che il brand sia ancora molto forte”.

”Ora faremo almeno un anno di stop – prosegue – va un po’ tutto ripensato”. Tra le cause della flessione degli ascolti del reality quest’anno, Bassetti mette al primo posto la scelta del cast. ”Non siamo stati capaci di raccontare storie come gli anni passati – dice – d’altronde abbiamo finito un’edizione a maggio e a fine settembre eravamo già in onda: troppo poco tempo per i provini”.

E ancora: ”La controprogrammazione feroce” con Fiorello in testa ”anche se rispetto alla media il programma ha comunque tenuto” (”se fosse andata in onda oggi e non ieri – ipotizza – la finale avrebbe fatto due-tre punti in più”), ”l’annunciare che sarebbero state 30 puntate”, che non ha portato vantaggi e una perdita di ascolti ”anche tra i giovani come tutti reality in questi tempi”.

Bassetti poi conferma però tutta la squadra e il lavoro di Alessia Marcuzzi: ”Forse 36 concorrenti sono troppi. Maria De Filippi – prosegue – che è bravissima, ha tutti sconosciuti, ma prima di andare in prima serata fa quattro mesi daytime. Per questo dico che anche per il Gf forse la formula va un po’ ripensata. Non lo voglio stravolgere, né, come dicono alcuni, tornare alle origini, ma tutti i programmi vanno aggiornati. Esistono dei cicli per questi format, noi abbiamo avuto la fortuna che in questi 11 anni siamo sempre andati benissimo”.