tv

Le Iene: il sindaco Ignazio Marino e i furbetti del comune (video)

Le Iene, Ignazio Marino e i furbetti del comuneROMA – Dopo il servizio de Le Iene sui dipendenti comunali che timbravano e poi uscivano dall’ufficio, non sono piaciute ai cittadini romani le risposte e le soluzioni proposte dal sindaco Ignazio Marino, contestato sul web.

CLICCA QUI PER GUARDARE IL SERVIZIO DE LE IENE

Il servizio de Le Iene sui furbetti al comune di Roma ha scatenato i cittadini romani, che hanno contestato Ignazio Marino sui social network dopo la vicenda di alcuni dipendenti comunali che timbravano il cartellino per poi uscire a fare la spesa o a prendere il caffè, invece che lavorare. Non sono mancate le critiche per le risposte e le soluzioni date dal primo cittadino all’inviato Filippo Roma.

Ignazio Marino aveva chiesto “aiuto” a Le Iene durante l’intervista con Radio Radio, emittente radiofonica della Capitale. Di fronte ai cittadini che chiedevano risposte dopo che era emerso il caso dei dipendenti poco onesti, Marino aveva risposto: “Guardi chi imbroglia deve pagare severamente perché inganna e tradisce tutti. Due o tre o cinque mele marce che danneggiano il 99,9% del resto dei lavoratori”.

Sul profilo Facebook di Marino non mancano critiche e insulti: “Invece che sembrare simpatico come volevi, si è reso ridicolo e mostrato saccente”, si legge. “Io sono uno di quelli che l’ha votata, e sinceramente nel farlo speravo di trovare in lei qualcosa di più di un disco rotto che ripete a memoria una frase”, ha continuato un altro utente, criticando le parole di Marino sulla “punizione esemplare e severissima”.

To Top