Lea Pericoli chi è: età, marito, figli, Adriano Panatta, vita privata, malattia, carriera sportiva

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 Giugno 2021 - 13:05 OLTRE 6 MESI FA
lea pericoli, ansa

Lea Pericoli chi è: età, marito, figli, Adriano Panatta, vita privata, malattia, carriera sportiva (foto Ansa)

Lea Pericoli, chi è la tennista e conduttrice televisiva. Figli, marito, Adriano Panatta, vita privata. Lea è ospite a Oggi è un altro giorno, il programma condotto su Rai Uno da Serena Bortone. 

Dove e quando è nata Lea Pericoli

Lea Pericoli è nata a Milano il 22 marzo 1935 ed ha 86 anni. Ha trascorso la sua infanzia in Africa, esattamente in Etiopia. La Pericoli ricorda questa esperienza in modo molto positivo.

Marito e figli, la vita privata di Lea Pericoli

Lea Pericoli non si è sposata e non ha avuto figli. Ha però avuto un rapporto speciale di profonda amicizia con diversi colleghi tra cui Adriano Panatta e Nicola Pietrangeli. 

Oltre a tennista è una conduttrice televisiva, giornalista e scrittrice italiana. E’ stata soprannominata “la Divina” dal giornalista sportivo specializzato Gianni Clerici.

Lea Pericoli, la carriera

La sua lunga carriera la riassume il sito a lei dedicato:

Lea Pericoli “è stata campionessa d’Italia dal 1958 al 1975, con 264 presenze in nazionale e 30 Federation Cup. Lea, che è stata il volto più bello e vincente del tennis femminile italiano sui campi di tutto il mondo, ha contribuito in modo decisivo alla popolarità e diffusione dello sport nel nostro paese.

“Il suo nome e la sua immagine rimangono ancora oggi uno dei simboli più riconoscibili dello sport femminile. Sui campi nazionali Lea Pericoli ha dominato come nessun altro tennista conquistando 27 titoli assoluti. Soltanto Nicola Pietrangeli, pur essendo più forte a livello internazionale, si è avvicinato al suo record di campionessa italiana con 24 titoli.

I titoli di Lea Pericoli

Il sito a lei dedicato racconta i tanti trofei vinti: “Nei tornei del Grande Slam ha raggiunto gli ottavi a Wimbledon nel 1965, 1967, 1970, ripetendosi allo stesso livello per 4 volte al Roland Garros: 1955, 1960, 1964, 1971, dove è arrivata in semifinale nel doppio.

“Tre vittorie in singolare a Montecarlo, 5 in doppio e 3 in misto. Ha vinto i tornei del Cairo, Casablanca, Beirut, Istanbul, Atene, Baastad, Mosca, Lugano, oltre a moltissimi tornei italiani dell’epoca. Tra le vittorie importanti si ricordano i successi contro: Shirley Bloomer, Karen Susman, Ann Haydon, Françoise Durr e Billie Jean King (tutte vincitrici di Grandi Slam).

“In doppio con Silvana Lazzarino ha disputato 5 finali al Foro Italico, raggiungendo le semifinali del Roland Garros. Si è affermata nel Hyliffe Thrope campionato di doppio per nazioni, con 3 vittorie consecutive e 5 in totale.

Lea Pericoli regina di stile

Lea Pericoli venne iscritta a sua insasputa a Miss Italia a Cortina e vinse il titolo di Miss Cinema Cortina. Ancora sul sito si legge: “Da qui fu invitata a e fu invitata alle finali di Miss Italia, alle quali non partecipò. Anni più tardi vinse il titolo di Lady Milano.

“I vestiti di Lea, disegnati da Ted Tinling oggi si trovano nel Victoria Albert Museum di Londra mentre nel Museo di Wimbledon si possono ammirare le immagini delle celebri coulotte di pizzo, opera dello stilista inglese, che fecero scrivere ai cronisti dell’epoca: ‘Lea’s kick is chic!’ Dello stilista più audace e acclamato Lea fu ispiratrice e modella.

“Leggendarie furono le mise con le quali si esibì a Wimbledon: il pigiama di pizzo, le piume di struzzo, il gonnellino di visone, la sottanina di diamanti, il gigantesco nodo di Chanel. Nulla era troppo osè. Tutto era indossato con intelligenza e grazia. Quando Lea rischiava la sconfitta l’abito diventava austero e candido.

Lea Pericoli in tv

Lea Pericoli, nel 1974 cominciò a scrivere per Il Giornali di Indro Montanelli. Nel 1976 l’esordio in tv: “Lea divenne la prima telecronista donna della storia della televisione in Italia. Ha lavorato per Telemontecarlo per oltre 20 anni conducendo anche Paroliamo, programma quotidiano durato 3 anni, passando poi a La7.

“Ha lavorato per la Televisione Svizzera come telecronista e come conduttrice di programmi di moda andati in onda la domenica in prima serata. Grazie alla perfetta conoscenza del francese e dell’inglese per 2 anni, ha condotto Caccia al Tesoro in coppia con Jocelyn, programma della Rai(..:). Ha vinto un Telegatto con Carta Bianca, programma radiofonico condotto in coppia con Rivera e Nicola Pietrangeli. È stata protagonista del Telefilm per Rai Due Polvere di Stelle . Ha collaborato con Canale Viaggi, Stream, Ski”.

La malattia

Lea Pericoli è una donna che per due volte è stata colpita da un tumore e che per due volte l’ha sconfitto. La prima volta fu nel 1975, la seconda nel 2013. Sempre nel 2013, in un’intervista, Lea raccontò queste esperienze così: “Ricordo che grazie alla prevenzione nel 1973 i medici scoprirono che avevo un carcinoma all’utero e che, grazie ad accurati controlli (mammografia ed ecografia), l’estate scorsa mi hanno diagnosticato un tumore al seno.

“Sono stata operata e mi sono salvata entrambe le volte. Nel 1973, sei mesi dopo l’intervento, riconquistai il titolo italiano, a testimonianza che non ci si deve mai lasciare andare e che lo sport può davvero aiutare chi viene colpito da tumore”.