Le foto segrete di Roberta Hidalgo con Papa Wojtyla in piscina

Pubblicato il 18 Aprile 2012 16:49 | Ultimo aggiornamento: 18 Aprile 2012 16:49

CASTEL GANDOLFO (ROMA) – Nell’estate del 1980 la fotografa Roberta Hidalgo riuscì a fotografare insieme ad altri tre colleghi Giovanni Paolo II nella piscina di Castelgandolfo.

Cosa accadde ad un anno dall’attentato di Piazza San Pietro e cosa disse il Pontefice di quel clamoroso scoop milionario del fotogiornalismo italiano, lo ha svelato la stessa Hidalgo in un libro pubblicato dalle edizioni Croce.

Si racconta che Licio Gelli, gran maestro di Loggia P2, fece vedere queste foto e altre più compromettenti a un esponente del partito socialista italiano. il Vaticano venne subito avvisato e sguinzagliò l’entità e il sodalitium pianum, cioè i servizi segreti vaticani per recuperare queste foto.

Per muoversi meglio nell’ambiente della criminalità romana, il Vaticano chiese aiuto alla banda della magliana offrendo al boss Enrico De Pedis (quando sarebbe morto), la sepoltura nella basilica di Sant Apollinare in cambio di queste foto.

Enrico de Pedis è tutt’ora  sepolto in una cripta della basilica di Sant’Apollinare.