L’Aquila: una strada a Mario Magnotta, il bidello dello scherzo della lavatrice

Pubblicato il 26 Aprile 2012 18:49 | Ultimo aggiornamento: 26 Aprile 2012 18:49

Mario Magnotta

L’AQUILA  – Mario Magnotta è un ex bidello aquilano morto nel 2009 a 66 anni, che negli anni Ottanta divenne celebre per lo scherzo “della lavatrice”.

Dopo la sua morte, è nato su Facebook il gruppo “Intitolare a Mario Magnotta, il bidello in pensione più famoso d’Italia, una piazza o una strada dell’Aquila”. In questi giorni, il “comitato” può cantare vittoria: la giunta comunale del capoluogo abruzzese, dopo aver ricevuto una petizione, ha deliberato ed ha deciso di intitolare una strada a Mario Magnotta.

Le frasi in dialetto aquilano registrate nel 1986 su cassetta durante lo scherzo telefonico circolarono dopo poco tempo in tutta Italia e divennero in anno più recenti, un cult anche su Internet. Il grande successo, portò l’ex bidello ad essere invitato in diverse trasmissioni radio-televisive nazionali come ‘I fatti vostri’, ‘Piazze d’Italia e ‘Maurizio Costanzo Show’.

Numerosi anche i fan club sorti un po’ ovunque dopo le serate trascorse in discoteca nelle quali Magnotta veniva invitato. Come racconta il sito “Il capoluogo d’Aruzzo”, la sua frase  “M’iscrivo ai terroristi” è finita persino nei testi di una canzone di Cristicchi.