Morto il bassista dei Weezer Mikey Walsh: aveva sognato il suo decesso

Pubblicato il 10 Ottobre 2011 17:30 | Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre 2011 17:31

CHICAGO – Mikey Welsh, ex bassista dei Weezer dal 1998 al 2002, è stato trovato morto in una camera di un hotel a Chicago.

L’uomo aveva 40 anni: sulle cause del decesso che risale a sabato notte, gli inquirenti stanno ancora indagando. L’unica cosa che trapela è che si potrebbe trattare di overdose.

La band rock ricorda il suo bassista con un messaggio sul sito ufficiale: “Siamo profondamente addolorati nell’annunciare che Mikey Welsh è inaspettatamente scomparso. Sara’ per sempre ricordato come un padre affettuoso, un artista e un amico. Possa egli riposare in pace”.

Welsh si era unito ai Weezer nel 1998, suonando in due album, compreso il famoso disco del 2001 conosciuto con il nome informale “The Green Album”.

A gettare un’ombra inquietante sulla morte di Mikey Welsh c’è un messaggio scritto il 26 settembre scorso su Twitter dallo stesso musicista statunitense, che assume i contorni di una tragica premozione: “Ho sognato di morire a Chicago il prossimo weekend con un attacco di cuore nel sonno. Oggi devo scrivere il mio testamento”.

Qui di seguito il video di “Island in the sun”, uno delle hit degli Weezer cantate da Mikey Walsh: