Notre-Dame, prime immagini dall’interno: cosa si è bruciato, cosa si è salvato

di Daniela Lauria
Pubblicato il 16 aprile 2019 8:43 | Ultimo aggiornamento: 16 aprile 2019 8:45

Notre-Dame, prime immagini interno: cosa si è bruciato, cosa si è salvato 02PARIGI – La preziosa volta che sovrastava la navata centrale di Notre-Dame è distrutta: è venuta giù in alcune sezioni e sul transetto, dove poggiava l’antica guglia che svettava su Parigi, anch’essa crollata dopo essere stata preda per più di un’ora delle fiamme. E’ quanto mostrano le prime immagini riprese nella notte dai vigili del fuoco, all’interno della cattedrale francese devastata da un gigantesco incendio. 

In alcuni frame, apparsi anche sulla Cnn, si intravedono le voragini sulla volta dalle quali spuntano ancora i bagliori della struttura del tetto che brucia. I rilievi in marmo appaiono bruniti dal fumo e in fondo all’abside si vede brillare la croce dell’Altare maggiore. A terra pezzi di legno fumante.

I pompieri hanno lavorato a lungo con pompe e autogru, impotenti nel tentativo di fermare l’impeto dell’incendio e solo ore dopo, in nottata, “sono stati in grado di arginare il rogo nel versante nord, adesso possiamo dire che i due campanili sono stati salvati e stiamo raffreddando la struttura facendo molta attenzione all’interno”, ha detto il comandante generale dei vigili del fuoco di Parigi, Jean-Claude Gallet, in un primo report. Non si sono visti Canadair, perché lanciare bombe d’acqua dall’alto avrebbe potuto causare danni se possibile peggiori. 

Il rettore ha aggiunto che reliquie preziose come “la corona di spine” di Cristo è intatta. La cattedrale è complessivamente salva, ma gravemente mutilata. Ancora incerte invece sono le condizioni dei rosoni. Secondo quanto riferito dal giornalista francese Laurent Valdiguiè la grande vetrata colorata posta sulla facciata settentrionale di Notre Dame, non sarebbe stata toccata dalle fiamme. Nelle prossime ore è atteso un bilancio più attento dei danni all’interno.

“L’incendio è spento, ma la stabilità della cattedrale di Notre-Dame e la profondità strutturale del danno sono ancora incerti”, ha detto il segretario di Stato francese all’Interno, Laurent Nunez, arrivato sul posto all’alba, citato da Le Figaro. Nunez ha aggiunto che è convocata alla 8 una riunione di esperti e architetti, che faranno il punto con i vigili del fuoco, anche per capire se questi potranno continuare la loro missione all’interno della cattedrale.

Nessuno dimenticherà la data del 15 aprile, primo giorno delle celebrazioni della settimana pasquale. Non lo dimenticheranno i tanti parigini che sono usciti di casa e hanno raggiunto sul parapetto della Senna, a sud dell’Ile-de-la-Cité, i turisti allontanati dalla spianata della cattedrale subito dopo le 18:50, quando le fiamme hanno cominciato a divampare sulle impalcature. Il mondo intero che ha assistito attonito alle immagini trasmesse in tv. (Fonte: Ansa, Cnn)