Bollettino coronavirus del 24 febbraio: 46.169 nuovi positivi, 249 morti. Terapie intensive e ricoveri ancora in calo Bollettino coronavirus del 24 febbraio: 46.169 nuovi positivi, 249 morti. Terapie intensive e ricoveri ancora in calo

Bollettino coronavirus del 24 febbraio: 46.169 nuovi positivi, 249 morti. Terapie intensive e ricoveri ancora in calo

Bollettino coronavirus di oggi, giovedì 24 febbraio: sono 46.169 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 49.040. Le vittime sono invece 249 (ieri erano state 252). 

Bollettino coronavirus del 24 febbraio: contagiati e morti nella pandemia fino ad oggi

Sono 12.651.251 gli italiani contagiati dal Covid dall’inizio della pandemia, secondo i dati del ministero della Salute. Gli attualmente positivi sono 1.199.228, in calo di 22.195 nelle ultime 24 ore, mentre i morti totali salgono a 154.013. I dimessi e i guariti sono 11.298.010, con un incremento di 69.439 rispetto a ieri.  

Bollettino coronavirus del 24 febbraio: tasso di positività al 9,5%, in calo terapie intensive e ricoveri

Sono 484.530 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 479.447.

Il tasso di positività è al 9,5%, in lieve calo rispetto al 10,2% di ieri. Sono invece 839 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 47 in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite.

Gli ingressi giornalieri sono 56. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 12.125, ovvero 402 in meno rispetto a ieri.  

Covid, Ecdc: “Tutta Europa resta in rosso scuro”

Tutta l’Europa continua ad essere segnalata per la terza settimana consecutiva in rosso scuro, il colore del massimo rischio epidemiologico per Covid-19, nella mappa pubblicata ogni giovedì dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie Ecdc.

Tutta l’Ue con i Paesi dello Spazio economico europeo (Islanda, Norvegia e Liechtenstein) è stabilmente in rosso scuro dal 3 febbraio.

Dall’inizio del mese l’Ecdc calcola il rischio considerando oltre al tasso dei contagi sui test effettuati e del numero di nuovi positivi ogni 100mila abitanti, anche il tasso di vaccinazione. 

Gestione cookie