Bologna, si sente male sull’Intercity Notte. Scende e partorisce un feto morto

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 Luglio 2014 0:37 | Ultimo aggiornamento: 12 Luglio 2014 0:37
Bologna, si sente male sull'Intercity Notte. Scende e partorisce un feto morto

Bologna, si sente male sull’Intercity Notte. Scende e partorisce un feto morto

BOLOGNA – Si è sentita male e ha chiesto aiuto al capotreno lamentando un calo di zuccheri. Ma al suo arrivo in stazione, piegata in due dal dolore, ha partorito un feto morto tra i binari sotto gli occhi increduli degli operatori del 118, accorsi per soccorrerla insieme agli agenti della Polfer. E’ accaduto giovedì notte, intorno alle 2, alla Stazione di Bologna. Protagonista, una ragazza italiana di 21 anni che viaggiava sull’Intercity Notte Trieste-Roma.

Mentre il treno era ancora in corsa la giovane si è rivolta al capotreno accusando un malore ma senza rivelargli di essere incinta. Polfer e 118 sono accorsi al binario 8 poco prima che il convoglio si fermasse, per soccorrerla. Ma appena scesa dal treno, coi crampi all’addome, si è piegata in due e ha espulso un feto di circa 20 cm. 

I medici di Bologna Soccorso, intervenuti pochi istanti dopo, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del nascituro. A giudicare dalle dimensioni era di quattro o cinque mesi. La ventunenne è stata poi ricoverata d’urgenza all’Ospedale Maggiore. Il pm di turno è stato informato della vicenda.