Conegliano, benzinaio si “crocifigge” davanti all’Agenzia delle Entrate

Pubblicato il 30 Marzo 2012 - 19:09 OLTRE 6 MESI FA

Giancarlo Borsoi "crocifisso"

CONEGLIANO (TREVISO) – Un’altra vittima della crisi economica grida la sua disperazione contro l’Agenzia delle Entrate: un benzinaio di 52 anni si è “crocifisso” davanti alla sede dell’agenzia del fisco.

Giancarlo Borsoi, di San Vendemiano, si è legato mani e piedi di fronte al Commissariato di Conegliano in via Maggior Piovesana. L’uomo, ex titolare della pompa Erg total di via Postumia a Treviso, era stato costretto a chiudere il suo distributore a causa dei prezzi troppo alti imposti dalla compagnia petrolifera.

“Erano stati aperti altri 3-4 distributori vicino al mio – racconta Borsoi – e io avevo chiesto di poter applicare degli sconti sui prezzi del carburante”. Nonostante l’appello rivolto ai sindacati, la compagnia non ha concesso il ribasso.

Borsoi già noto alle cronache per i suoi vistosi atti di protesta ha replicato le dimostrazioni già organizzate lo scorso settembre a Treviso. In quell’occasione il gestore della pompa TotalErg di Fiera si era messo un cappio al collo. Un gesto puramente dimostrativo, che aveva dato il via ad un sit-in di protesta condiviso con i colleghi esasperati dal caro prezzo