Coronavirus, il bollettino del 30 luglio: 6.619 positivi e 18 vittime nelle ultime 24 ore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Luglio 2021 17:35 | Ultimo aggiornamento: 30 Luglio 2021 17:35
Coronavirus, il bollettino del 30 luglio: 6.619 positivi e 18 vittime nelle ultime 24 ore

Coronavirus, il bollettino del 30 luglio: 6.619 positivi e 18 vittime nelle ultime 24 ore (foto Ansa)

6.619 positivi e 18 vittime nelle ultime 24 ore. Questi i numeri del bollettino di oggi, venerdì 30 luglio, del ministero della Salute.

Coronavirus, il bollettino del 30 luglio: tasso di positività al 2,67%

Sono 247.486 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Giovedì erano stati 224.790. Il tasso di positività è del 2,67%, in leggero calo rispetto al 2,7% di giovedì.

Coronavirus, il bollettino del 30 luglio: aumentano i ricoverati in terapia intensiva

Sono 201 i pazienti ricoverati in terapia intensiva con il Covid in Italia, 7 in più rispetto a giovedì nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono stati 20. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.812, 82 in più rispetto a giovedì.

Coronavirus, i numeri totali

I casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.343.519, i morti 128.047. I dimessi ed i guariti sono invece 4.132.510, con un incremento di 2.117 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 82.962, in aumento di 4.478 unità nelle ultime 24 ore.

Variante Delta del Covid al 95% in Italia. L’età media dei contagiati è 27 anni, dei ricoverati 49: il monitoraggio dell’ISS

Variante Delta del Covid al 95% in Italia. L’età media dei contagiati è 27 anni, dei ricoverati 49: il monitoraggio dell’ISS. “Oggi è  difficile fare previsioni ma con gli ulteriori dati sull’Rt la prossima settimana potremo avere un quadro più definito”. E’ quanto hanno dichiarato Silvio Brusaferro e Gianni Rezza nel corso della conferenza stampa sui dati del monitoraggio. “Determinanti, però – hanno concluso Silvio Brusaferro e Gianni Rezza – sono i nostri comportamenti”.

Monitoraggio ISS, infezione sta crescendo trainata dalla variante Delta del Covid 

“L’infezione sta crescendo in molti paesi europei e anche nel contesto italiano sta crescendo. Sono 3845 i comuni in cui si rileva almeno un caso, quasi 900 comuni in piu rispetto alla scorsa settimana. La circolazione del virus è soprattutto nelle fasce più giovani tra 10 e 29 anni”.

Lo ha detto il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, alla conferenza stampa sull’analisi dei dati del Monitoraggio Regionale della Cabina di Regia.