Coronavirus, nonna record multe: porta nipotino al parco con l’auto intestata a un defunto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Aprile 2020 11:12 | Ultimo aggiornamento: 8 Aprile 2020 11:15
Coronavirus, nonna record multe: porta nipotino al parco con l'auto intestata a un defunto

Coronavirus, nonna record multe: porta nipotino al parco con l’auto intestata a un defunto (Foto Ansa)

TORINO – Due multe nel giro di pochi secondi per una giovane nonna poco più che quarantenne. La donna infatti ha portato il nipotino a giocare al parco, violando le ordinanze per la quarantena da coronavirus. Non solo, gli agenti hanno poi scoperto che la nonna era arrivata al parco con un’auto intestata ad una persona defunta. Per la prima infrazione 400 euro di multa. Per la seconda 1100 euro.

Tutto è accaduto alcuni giorni fa a San Francesco al Campo, in provincia di Torino. L’episodio è avvenuto nell’area pubblica di via San Giovanni che, tra l’altro, è stata chiusa al pubblico proprio per scongiurare i contagi da covid-19.

Come riporta Gianni Giacomino per La Stampa, la nonna ha scavalcato la recinzione insieme al nipotino e poi è stata ripresa dalle telecamere mentre spinge il piccolo sull’altalena. La donna è stata quindi rintracciata e sanzionata con 400 euro di multa. Gli investigatori hanno poi  accertato che aveva raggiunto il parco giochi a bordo di una macchina intestata ad una persona defunta. E qui è scattata la seconda sanzione amministativa da 1100 euro.

Dall’inizio della quarantena forzata ci sono state all’incirca 200mila multe. Si tratta di 200mila persone che hanno violato i divieti anti-contagio e che nonostante le norme per bloccare la propagazione del coronavirus sono uscite per strada a piedi o in auto per fare un qualcosa di non essenziale. Un dato alto, se si tiene presente che fa riferimento al periodo 11marzo-5aprile. 

Eppure queste 200mila persone sono solo quelle che sono state multate, quindi quelle che sono state scoperte dalle forze dell’ordine. Ma chissà quanti altri almeno una volta avranno violato i divieti facendola franca. Volendo fare una stima potremmo dire che i multati possono essere diciamo uno su cinque o uno su dieci del totale di tutti quelli che sono usciti violando le norme. Se così fosse il totale dei furbetti (?) sarebbe tra uno e due milioni. Così il virus ha vita davvero troppo facile…

Più nel dettaglio, dall’11 marzo al 4 aprile 2020 le forze di polizia e carabinieri hanno controllato 4.859.687 persone e 2.127.419 esercizi e attività commerciali. (Fonti La Stampa e Ansa).