Firenze, la coppia uccisa a Impruneta. Confessa il figlio: “Me l’ha ordinato l’Isis”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 luglio 2018 7:50 | Ultimo aggiornamento: 1 luglio 2018 7:50
Firenze, la coppia uccisa a Impruneta. Confessa il figlio: "Me l'ha ordinato l'Isis" (foto Ansa)

Firenze, la coppia uccisa a Impruneta. Confessa il figlio: “Me l’ha ordinato l’Isis” (foto Ansa)

FIRENZE – Ha ucciso il padre e la compagna del genitore. Poi, in piena, notte, ha preso la sua Panda e ha iniziato a vagare. Fino alle 14 di sabato [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] quando i carabinieri, scoperti i cadaveri dei genitori, lo hanno fermato in un boschetto vicino all’autostrada A1.

Quando i militari lo hanno fermato non ha opposto resistenza. E ha detto: “Me l’ha ordinato l’Isis”. Poi, interrogato nella caserma di Borgo Ognissanti, a Firenze, dal pm Massimo Lastrucci, ha ammesso il duplice omicidio.

Dario Capecchi, 43 anni, con problemi psichici, è stato così portato in carcere a Solliciano. Dario Capecchi ha ucciso il padre Osvaldo Capecchi, 68 anni, e la sua convivente Patrizia Manetti, 69 anni, in un appartamento in via Longo all’Impruneta, nel Fiorentino, dove i tre vivevano. A trovare i corpi senza vita dei due pensionati è stato l’altro figlio, avvertito dai vicini alle 10 del mattino insospettiti dalle finestre della casa ancora chiuse. Secondo una prima ricostruzione il duplice omicidio sarebbe avvenuto intorno alle 2 di notte tra venerdì e sabato. Forse dopo un litigio. L’uomo avrebbe colpito il padre e la compagna mentre erano a letto. Il corpo del prensionato è stato però trovato a terra, sul pavimento, davanti alla porta d’ingresso. Il coltello non è stato trovato.