Laura Petrolito, il padre: “Paolo Cugno era violentissimo. Assistenti sociali lo sapevano”

di redazione Blitz
Pubblicato il 20 marzo 2018 10:04 | Ultimo aggiornamento: 20 marzo 2018 11:15
Il padre di Laura Petrolito in tv racconta il dramma di Laura

Andrea Petrolito, padre di Laura

SIRACUSA – “Era violento, violentissimo. Gli assistenti sociali lo sapevano. Glielo aveva detto che la picchiava, che le faceva di tutto”: la denuncia arriva da Andrea Petrolito, padre di Laura Petrolito, la ventenne di Canicattini Bagni (Siracusa) uccisa con sei coltellate dal compagno, il ventisettenne Paolo Cugno.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

Andrea Petrolito ha parlato davanti alle telecamere di Pomeriggio Cinque e ha raccontato che la figlia “si era rivolta alle assistenti sociali, ma non ha ricevuto aiuto”. Laura non aveva però denunciato il compagno perché aveva paura, ha detto sempre il padre, che ha parlato di un giovane violento, che già in passato aveva aggredito Laura, da cui aveva anche avuto un figlio.

 

“Una volta è tornato a casa ubriaco, mia figlia se n’è accorta, ha chiesto spiegazioni e l’ha picchiata senza motivo. Aveva il bambino in braccio e lui le ha dato un pugno in faccia, il bambino ha sbattuto la testa sul muro a causa della spinta. Mi ha detto che lui ha tentato di soffocarla con le mani, lei si è messa a urlare, i vicini hanno sentito e sono intervenuti perché la stava quasi per ammazzare senza motivo”, ha raccontato Andrea Petrolito.

Eppure, dice l’uomo,

“non potevo arrivare a pensare che fosse un mostro così, si è manifestato adesso in tutto quello che era, mia figlia non mi parlava della sua violenza, si teneva tutto per sé. Ho saputo adesso che veniva maltrattata. Lei si era rivolta alle assistenti sociali, ma non ha ricevuto aiuto”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other