Massimo Sebastiani è stato arrestato: ritrovato il corpo di Elisa Pomarelli

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 7 Settembre 2019 20:00 | Ultimo aggiornamento: 8 Settembre 2019 8:46
Massimo Sebastiani ed Elisa Pomarelli

Massimo Sebastiani e l’amica Elisa Pomarelli

PIACENZA – I Carabinieri del Comando provinciale di Piacenza hanno arrestato Massimo Sebastiani con l’accusa di aver ucciso e occultato il cadavere dell’amica Elisa Pomarelli, 28 anni, di cui si era innamorato.

L’operaio tornitore di 45 anni, nella tarda mattinata di oggi, sabato 7 settembre, è stato localizzato e rintracciato dai Carabinieri mentre si nascondeva nel solaio di una casa sulle prime colline piacentine.

Accompagnato in caserma, dopo un lungo interrogatorio ha accompagnato i militari in una casa isolata di Costa di Sariano, nel comune di Gropparello in provincia di Piacenza. Qui, in un fossato vicino, è stato ritrovato il cadavere della ragazza 28enne della quale Sebastiani si era innamorato. Il corpo era in una zona particolarmente impervia: per il suo recupero sono stati allertati i Vigili del Fuoco e il Soccorso alpino. Al termine del sopralluogo nella casa dove i due si erano visti il 25 agosto, il sospettato è stato riportato in città ed arrestato.

Il rinvenimento del cadavere è avvenuto davanti al sostituto procuratore Ornella Chicca e all’avvocato Mauro Pontini, difensore di Sebastiani.

Massimo Sebastiani era stato individuato dai Carabinieri dopo giorni di ricerche e di attività di polizia giudiziaria. La coppia era scomparsa il 25 agosto scorso dalle colline piacentine: i due erano stati visti per l’ultima volta insieme mentre pranzavano in una trattoria. Poi della 28enne nessun’altra segnalazione. L’operaio, invece, era stato visto altre volte, solo, nel corso della stessa giornata: ad esempio era stato ripreso mentre faceva benzina alla sua auto poi trovata parcheggiata nel cortile di casa con all’interno il cellulare spento. Nei giorni scorsi i Ris avevano fatto un sopralluogo nella casa del Sebastiani a Carpaneto e anche verifiche nel cortile e nella zona attorno al pollaio alla ricerca di elementi utili alle indagini.

Massimo Sebastiani, in due video la sua forza e la sua irascibilità  

Sebastiani è ora stato arrestato con delle accuse ben precise. Il sito di Piacenza Liberta.it, proprio oggi aveva pubblicaot due video (visibili qui di seguito) in cui il 45enne dimostra di avere una personalità molto irrascibile.  Almeno così emerge dalla visione dei due filmati. Nel primo l’uomo si avvicina a un armadio e con rabbia lo solleva e lo distrugge. “A cosa è servito?” continua a ripetere in modo quasi ossessivo mentre spacca il mobile con una forza inaudita ripetendo “andavano bene anche queste piccole cose! Dimmi a cosa è servito tutto questo!”.

Quella stessa ossessione che gli amici dicono provasse per Elisa che invece lo vedeva solo come un amico. In un secondo video, anche questo realizzato con il suo smartphone, si vede l’uomo che solleva un tronco e impugna una motosega con cui taglia la legna. I video potrebbero risalire a qualche tempo fa, non è chiara la data ma documentano la forza fisica e il carattere di Sebastiani.

Fonte: Agi, Ansa, Libertà.it