Noemi Carrozza come Elena Aubry? Indagini su asfalto e buche sulla Colombo

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 giugno 2018 19:03 | Ultimo aggiornamento: 18 giugno 2018 8:38
Noemi Carrozza come Elena Aubry? Indagini su asfalto e buche sulla Colombo

Noemi Carrozza come Elena Aubry? Indagini su asfalto e buche sulla Colombo (Foto Ansa)

ROMA  -Noemi Carrozza uccisa da una radice d’albero che ha alzato l’asfalto, asfalto che poi mai nessuno ha messo in sicurezza su quella strada? E’ il sospetto della famiglia, degli amici e in fondo di tutti i romani che conoscono purtroppo i rischi del muoversi su due ruote nella capitale. La madre di Noemi esplicitamente dice: “Morta per colpa delle radici”.

La polizia di Roma indaga sull’incidente costato la vita a Noemi Carrozza, la atleta di nuoto sincronizzato di 20 anni morta in motorino venerdì 15 giugno in via Cristoforo Colombo. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Al vaglio degli investigatori lo stato dell’asfalto, in alcuni tratti della strada rialzato a causa delle radici degli alberi.

I vigili del X Gruppo Mare hanno effettuato un nuovo sopralluogo sul punto dell’incidente e riascolteranno i testimoni per stabilire con certezza la dinamica. Si attendono gli esiti dell’autopsia che verrà effettuata nei prossimi giorni per chiarire se la ragazza sia stata colpita da un malore. Al termine degli accertamenti verranno trasmessi gli atti in procura.

E su Facebook è rimasto aperto il profilo in memoria della ragazza. Decine i messaggi per Noemi e di condoglianze alla famiglia. Tra questi anche il messaggio della madre di Elena Aubry, Ashley Aubry, un’altra ragazza morta a maggio in via Ostiense in un incidente stradale. “Mia figlia è morta per le radici e buche sull’Ostiense il 6 di Maggio. Ieri sentire di Noemi è stato un altro terribile colpo. Vi sono vicina – scrive la donna – Sentiamoci. I nostri figli non possono continuare ad andare via così. Vi abbraccio con tutto il cuore”.

Annunciando la notizia della morte di Noemi la Federnuoto aveva parlato di “una tragica notizia strazia il cuore del nuoto sincronizzato italiano”. Alla famiglia anche le condoglianze del sindaco Virginia Raggi e del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.