Peste suina, sequestrate (e incenerite) 10 tonnellate di carne cinese a Padova

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Gennaio 2020 8:17 | Ultimo aggiornamento: 22 Gennaio 2020 8:18
Carne suina, Ansa

Una volante della Guardia di Finanza (foto d’archivio Ansa)

ROMA – La Guardia di Finanza ha sequestrato 10 tonnellate di carni suine provenienti dalla Cina, introdotte nell’Unione europea in violazione delle norme e potenzialmente contaminate dalla peste suina.

I sanitari dell’Ulss 6 Euganea hanno ritenuto il prodotto potenzialmente molto pericoloso, tanto da non voler procedere a un’analisi della carne e decidendo il suo immediato incenerimento.

Il blitz della Compagnia della Guardia di Finanza di Padova è scattato nella notte in un magazzino all’ingrosso di generi alimentari dove si stavano scaricando da un camion proveniente dall’Olanda (la derrata era sbarcata a Rotterdam) 9.420 kg di carne suina di origine cinese importati nell’Unione Europea in violazione delle norme doganali e sanitarie. Posta sotto sequestro anche l’attività commerciale per gravi e reiterate irregolarità.

I dettagli dell’operazione, fatta in in collaborazione con il Servizio Veterinario e del Sian dell’Ulss 6 Euganea, saranno resi noti nella tarda mattinata al Comando della guardia di Finanza di Padova in una conferenza stampa, presieduta dal procuratore euganeo Antonino Cappelleri.

Fonte: Ansa.