Roma, 17enne violentato insieme alla madre. Arrestati due minorenni tunisini: "Volevamo solo divertici. E' sabato sera" Roma, 17enne violentato insieme alla madre. Arrestati due minorenni tunisini: "Volevamo solo divertici. E' sabato sera"

Roma, 17enne violentato insieme alla madre. Arrestati due minorenni tunisini: “Volevamo solo divertici. E’ sabato sera”

Hanno violentato prima il figlio e poi la mamma. Tutto è avvenuto a Centocelle, Roma, nella notte tra sabato e domenica 20 marzo. Protagonisti della violenza due tunisini minorenni di 16 e 17 anni già fermati e arrestati.

La prima ricostruzione

Secondo una prima ricostruzione i due tunisini hanno avvicinato il 17enne con la scusa di una sigaretta. Con il coltello puntato alla gola il 17enne è stato costretto alle violenze.

Il giovane è stato poi minacciato e obbligato a portare i suoi aggressori a casa. Qui, nell’abitazione, si trovava anche la sorella del 17enne, di 13 anni, con un’amica. Le due ragazze per fortuna non sono state violentate. Violentata invece la madre.

“È stato un incubo, un film dell’orrore – ha detto la donna agli agenti –  gli ho detto, prendete quello che volete. Gli ho dato 250 euro in contanti, cercavano un Rolex, ma ce l’aveva mio marito che era a Milano”. I due hanno anche mostrato le violenze in diretta su Facebook.

L’arresto

È stata la madre a chiamare la polizia e a denunciare aiutando a individuare i colpevoli. “Dopo che mi hanno violentata – ha raccontato – hanno voluto mangiare: gli ho dovuto fare un toast al prosciutto cotto”.

I poliziotti hanno poi bloccato la macchina e arrestato i due violentatori. “È sabato sera – le loro parole – volevamo solo divertirci”.

 

Gestione cookie