Vaticano, Pietro Parolin nuovo segretario di Stato

Vaticano, Pietro Parolin nuovo segretario di Stato
Pietro Parolin

ROMA – Il nuovo segretario di Stato del Vaticano sarà nominato sabato 31 agosto: “probabilmente”, precisa Maria Antonietta Calabrò che ne dà notizia sul Corriere della Sera. Nuovo segretario di Stato sarà Pietro Parolin, arcivescovo, attuale nunzio apostolico in Venezuela. La nomina del successore di Tarcisio Bertone da parte di Papa Francesco “ha subito una forte accelerazione nelle ultime due settimane, dopo «il chiarimento» avvenuto a cavallo di Ferragosto tra Papa Francesco Bergoglio e il segretario di Stato nominato da Benedetto XVI il 22 giugno 2006”.

Sempre secondo Maria Antonietta Calabrò
“l’avvicendamento di Bertone sarebbe stato comunicato martedì scorso, 27 agosto, al decano del Sacro collegio, Angelo Sodano che è stato ricevuto in udienza da Bergoglio. E dovrebbe diventare operativo dopo quarantacinque giorni dall’annuncio, cioè a metà ottobre. Una prassi che viene seguita quando il successore non è presente in Vaticano e deve lasciare la sua sede”.
Il cambiamento al vertice della segreteria di Stato ha subito una accelerazione dopo un colloquio fra Papa Francesco e il cardinal Bertone in pieno mese di agosto, dopo i casi della pr fan di Twitter Francesca Immacolata Chaouqui nominata tra i riformatori delle finanze vaticane e di monsignor Nunzio Scarano (contabile dell’Apsa, l’Amministrazione del patrimonio della Sede apostolica, con almeno due conti allo Ior), arrestato il 28 giugno, accusato di corruzione dalla Procura di Roma e di riciclaggio anche dal Promotore di Giustizia vaticano; arresto seguito dalle dimissioni del direttore e vice direttore generale dello Ior, Paolo Cipriani e Massimo Tulli.
Rapidi cambiamenti di governance erano stati chiesti in luglio dal cardinale Timothy Michael Dolan di New York e presidente dei vescovi Usa , in un’intervista al National Catholic Reporter.
Un altro nome circolato per la successione di Bertone, informa ancora Maria Antonietta Calabrò, è stato quello di Giuseppe Bertello, presidente del Governatorato, nominato nella commissione degli otto cardinali consultatori per la riforma della Curia, che ha chiesto ed ottenuto sabato scorso la sostituzione del suo numero due monsignor Giuseppe Sciacca, che potrebbe essere sostituito da Fernando Vergez, spagnolo, appartenente ai Legionari di Cristo, per molti anni segretario del cardinale argentino Pironio, capo delle Telecomunicazioni vaticane.

Comments are closed.

Gestione cookie