Perde l’iPhone nell’oceano, lo ritrova dopo due mesi: e funziona alla perfezione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 agosto 2015 21:26 | Ultimo aggiornamento: 5 agosto 2015 21:27
Perde l'iPhone nell'oceano, lo ritrova dopo due mesi: e funziona alla perfezione

Perde l’iPhone nell’oceano, lo ritrova dopo due mesi: e funziona alla perfezione

LOS ANGELES – Quando Sam è riuscito a mettersi in salvo dopo una disavventura col kayak era solo contento di essere riuscito a tornare a terra. Poco male, insomma, se nelle acque dell’oceano davanti a Monterey, in California, aveva perso il suo iPhone 6 nuovo.

Ma quello che Sam non poteva prevedere è che il telefono venisse ritrovato dopo due mesi. E che fosse perfettamente funzionante. Scrive Lorenza Castagneri su La Stampa:

Tutto comincia il 19 marzo. Sam e un amico escono con kayak nella baia di Monterey: scogliere altissime, a picco sull’oceano, nel sud della California. C’è vento. «A un certo punto sono caduto in acqua – racconta -. Ero terrorizzato. Avevo il giubbotto salvagente ma un piede è rimasto incastrato tra le alghe. Credevo di morire». Solamente quando riesce a tornare sano e salvo sul pontile di legno da cui si era imbarcato, Sam si rende conto di non avere più appesa al collo la custodia impermeabile appena acquistata su Amazon con all’interno il suo iPhone 6 nero nuovo di fabbrica. «Ho fatto un giro per cercarlo, ma niente. Mi sono messo il cuore in pace».

La sorpresa è arrivata quasi due mesi dopo. Era l’otto maggio. Quel giorno sul nuovo cellulare di Sam arriva un messaggio: «L’iPhone è stato trovato». Merito di un altro “kayaker” che si è avventurato nella stessa zona e ha trovato il telefono dentro alla custodia aggrappata ad una roccia. Perfettamente sigillata. Il modello è prodotto dalla Kobert. Pare sia uno dei più sicuri in commercio. «Ero basito. Ritrovare lo smartphone e per giunta senza un graffio. Incredibile», ha scritto Sam su Internet. Qualcuno lo ha accusato di essere un dipendente della stessa Kobert e di cercare pubblicità. Tutto falso. Messe da parte le illazioni, l’unica cosa da fare era festeggiare il telefono ritrovato. Naturalmente con un selfie assieme alla persona che glielo ha riportato.