Thailandia, soldato spara in centro commerciale: 20 morti e diretta Fb con ostaggi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Febbraio 2020 14:01 | Ultimo aggiornamento: 8 Febbraio 2020 20:45
Sparatoria Thailandia, militare apre fuoco in centro commerciale Khorat

Sparatoria Thailandia, militare apre fuoco in centro commerciale Khorat (Frame da YouTube)

BANGKOK  – Sparatoria in un centro commerciale in Thailandia l’8 febbraio. Un soldato ha aperto il fuoco a Khorat, nel nord del Paese, uccidendo almeno 17 persone. Dopo la sparatoria, il militare ha fatto anche una diretta Facebook con gli ostaggi dall’interno dell’edificio.

La sparatoria in Thailandia.

Secondo una prima ricostruzione, ad aprire il fuoco sarebbe stato il sergente Jakkrapanth Thomma. L’uomo ha utilizzato un’arma semiautomatica, è entrato nel centro commerciale Terminal 21 e ha aperto il fuoco sui passanti. 

Sui media thailandesi e suoi social network circolano già diversi filmati in cui si vede la gente fuggire e si sentono i colpi d’arma da fuoco. Secondo i siti locali, Thomma si sarebbe impossessato di un ‘hummer’ militare con il quale si è poi recato a compiere il suo attacco.

Thomma e la diretta Facebook con gli ostaggi.

Ha fatto anche diversi video pubblicati su Facebook Jakraphanth Thomma, il sergente dell’esercito che in Thailandia ha aperto il fuoco contro i passanti davanti ad un centro commerciale della città di Korat e che è ancora in fuga. Secondo la polizia, che ha isolato la zona e che ritiene che il militare sia nascosto all’interno del centro commerciale, forse con ostaggi, l’attacco è iniziato in un tempio buddista.

Thomma aveva aggredito un suo superiore alla base militare, prima di impadronirsi di armi e munizioni.
Sui media locali si vedono le immagini dell’uomo che scende dall’hummer, armato ed in mimetica ed elmetto. In un altro filmato si vedono tre sue pistole, e la frase “è il momento di scaldarsi”. Le sue motivazioni non sono state ancora chiarite.

Ad un certo punto ha scritto: “La morte è inevitabile per tutti” e pubblicato una foto di quella che sembra una sua mano, con una pistola. “Dovrei rinunciare?”, ha scritto poco prima che l’account diventasse inaccessibile.

L’irruzione delle forze speciali.

Le forze speciali thailandesi hanno fatto il loro ingresso nel centro commerciale Terminal 21 di Nakhon Ratchasima (Korat), dove è barricato con ostaggi un sergente che ha ucciso 20 persone, e hanno preso il controllo del piano terra dell’edificio. Lo riportano le tv thailandesi, che mostrano civili (oltre 100) uscire di corsa dal mall. Non è chiaro in quale piano si sia asserragliato il sergente dell’esercito autore della strage, né se e quanti ostaggi siano con lui.

(Fonti: ANSA, AGI e Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev).