Mario Draghi: “Bce compra titoli per mille mld, ma i patti si rispettano”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 ottobre 2014 15:28 | Ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 15:29
Mario Draghi: "Bce compra titoli, ma i patti si rispettano"

Mario Draghi (foto Lapresse)

NAPOLI – Mario Draghi da Napoli fa sapere di andare avanti con quanto promesso: la Bce comprerà titoli da metà ottobre (spendendo circa 1000 miliardi fino al 2016), per iniettare liquidità nel sistema bancario. E fa niente se la Germania è contraria. Però Hollande non potrà più minacciare di non rispettare i patti: il Patto di stabilità rimane quello e non può essere ritoccato in corsa.

Bce compra titoli

Draghi ha detto che comprerà covered bond e Abs da metà ottobre per iniettare liquidità. Il governatore della Bce tira dritto anche se Bundesbank, il ministro delle Finanze tedesco Schaeuble e (pare) la cancelliera Merkel siano contrari.

Draghi fa storcere il naso ai tedeschi ma fa esultare le banche, che potranno incassare i pacchetti di crediti che hanno.

In particolare il consiglio Bce ha deciso di acquistare dal quarto trimestre 2014 Abs e obbligazioni garantite. I programmi avranno una durata di almeno due anni, unitamente alla serie di operazioni mirate di rifinanziamento a più lungo termine che saranno condotte fino a giugno 2016.

I patti si rispettano

Draghi ha però voluto dare un avviso alla Francia: “I patti si rispettano”. Il riferimento, non troppo velato, è all’ultima sortita del presidente Hollande, che si è unito all’Italia nella protesta anti austerità: Hollande aveva chiesto che il rapporto deficit/Pil fissato dal Fiscal Compact al 3% fosse sforato a quota 4,4%.