Svizzera vota contro immigrazione, Ue blocca trattato sull’elettricità…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 febbraio 2014 14:28 | Ultimo aggiornamento: 11 febbraio 2014 14:37
Svizzera vota contro immigrazione, Ue blocca trattato sull'elettricità...

La campagna svizzera contro l’immigrazione di massa (Foto Ansa)

BRUXELLES – La Svizzera vota contro gli immigrati e l’Unione europea annuncia, appena due giorni dopo dal referendum, che non proseguirà il negoziato sull’elettricità.

Una reazione a quel voto che mette in discussioni gli accordi per la libera circolazione nell’Ue, di cui la Svizzera non fa parte, che saranno tutti da ri-concordare.

Quasi una ripicca e nemmeno troppo velata, con l’Ue che dichiara: “Alla luce della situazione attuale nessun negoziato tecnico è previsto al momento”.

Pia Ahrenkilde-Hansen, portavoce della Ue, spiega che tutto dipende dall’incertezza sul modo di procedere durante il negoziato, dettato appunto dall’apporvaizone del referendum “Contro l’immigrazione di massa” votato dagli svizzeri domenica 9 febbraio: “Questo avviene perché il modo di procedere deve essere analizzato alla luce del contesto più ampio delle relazioni tra Ue e Svizzera”.

Ahrenkilde ha aggiunto che l’accordo sull’elettricità “è logicamente legato a questioni istituzionali orizzontali”.