Cecile Kyenge, a Ostia manichini insanguinati contro la visita del ministro (foto)

OSTIA (ROMA) – Tre manichini insanguinati,  un volantino (“l’emigrazione è il genocidio dei popoli, Kyenge dimettiti”) e uno striscione (“l’Italia non è una burocrazia. No allo ‘ius soli'”). Questa l’iniziativa choc ad Ostia di Forza Nuova e Casa Pound in vista di una conferenza, organizzata per oggi (4 settembre) pomeriggio all’interno del x Municipio, conferenza a cui prenderà parte il ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge.

Cecile Kyenge, a Ostia manichini insanguinati contro la visita del ministro
Cecile Kyenge, a Ostia manichini insanguinati contro la visita del ministro

“Il nostro gesto dimostrativo vuole rappresentare agli italiani il pericolo in cui si troveranno i cittadini se venisse applicato lo Ius Soli – spiega uno dei responsabili di Forza Nuova, Pablo De Luca – le sue parole traboccano di razzismo nei confronti della cultura europea”.

“La politica non può restare a guardare, così come la nostra città. Ostia è una città aperta, solidale e democratica. Il blitz di forza nuova è indegno e non ha nulla a che vedere con il confronto democratico in programma per oggi. Attendiamo a braccia aperte il ministro per l`integrazione e le politiche giovanili Cecile Kyenge, nella sala consiliare del x municipio di roma capitale a ostia”. Lo dichiara il presidente del x municipio di roma capitale Andrea Tassone.

Comments are closed.

Gestione cookie