Il Fatto Quotidiano: Monti vs magistrati, Travaglio vs Monti. Poi Ilva e Assange

Pubblicato il 18 agosto 2012 0:13 | Ultimo aggiornamento: 18 agosto 2012 0:14

ROMA – Il Fatto Quotidiano anche il 18 agosto apre in dif,esa dei giudici e contro il governo. Stavolta l’obiettivo dichiarato è il premier, Mario Monti. Secondo l’interpretazione del Fatto, Monti avrebbe minacciato una legge contro “gli abusi dei magistrati”. Titolo d’apertura: “Anche Monti attacca i pm e minaccia il bavaglio”.

L’editoriale di Marco Travaglio è anch’esso contro Monti, ma stavolta il premier è messo alla berlina per le sue dichiarazioni sull’evasione fiscale. Titolo: “I Monti non tornano”. Travaglio riprende le dichiarazioni di Monti secondo cui il governo è in guerra con gli evasori. Quello che Travaglio non condivide è il motivo per cui si combatte questa guerra. Secondo Monti è per non minare la credibilità internazionale dell’Italia, specie in un momento in cui potrebbe ricevere gli aiuti dall’Unione Europea. Ma come, si chiederebbero i nostri “alleati”, noi diamo soldi all’Italia e ci sono italiani che non pagano le tasse? Secondo Travaglio invece la necessità di recuperare quei soldi è ancora più elementare: far diminuire il debito pubblico.

Taglio dedicato all’Ilva di Taranto. Titolo: “Taranto ammalata contro i ministri”. La tesi sostenuta dal Fatto è che i cittadini non vogliono la fabbrica che genera malattie e porta la morte a Taranto, mentre il governo si ostina a difenderla. In prima pagina due foto che rendono bene l’idea dello scarto tra chi beneficia della situazione e chi ci rimette. Titoli: Chi ruba e Chi soffre. Nel primo caso c’è la foto tratta da un filmato sulle presunte tangenti date a un perito. Nel secondo caso ci sono i tarantini in corteo che gridano il loro dolore per parenti e amici malati.

In basso, in ordine sparso, Assangem Pussy Riot e un articolo di Paolo Villaggio.

il fatto quotidiano 18 agosto 2012