Isis, la prigione di Aleppo in cui erano prigionieri James Foley e David Haines

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Dicembre 2014 19:01 | Ultimo aggiornamento: 19 Dicembre 2014 19:01

ALEPPO (SIRIA) – Il Daily Mail pubblica le immagini della presunta prigione sotterranea segreta dove l’Isis avrebbe tenuto in ostaggio alcuni occidentali, tra cui James Foley, Steven Sotloff e David Haines. A pubblicarle sulla sua pagina  Facebook è stato il giornalista siriano Sheikh Najjar che lavora per una tv filo Bashar Al-Assad.

A sostenere la veridicità di queste immagini che sarebbero state girate negli ultimi mesi del 2013, sarebbero stati alcuni ex prigionieri. Il carcere improvvisato si troverebbe nella parte industriale di Aleppo: ora i prigionieri occidentali sono stati infatti trasferiti a Raqqa.

La prigione sarebbe stata aperta all’interno di una fabbrica di mobili in disuso. Il giornalista siriano, cammina nella prigione dell’Isis e mostra coperte, materassi a brandelli e bottiglie d’acqua di plastica sparse sul pavimento polveroso a voler descrivere le gabbie in cui erano costretti a vivere i prigionieri: