Facebook, accessibili a tutti i dati di 540 milioni di utenti conservati su server Amazon

di Alessandro Avico
Pubblicato il 4 aprile 2019 15:23 | Ultimo aggiornamento: 4 aprile 2019 19:29
Facebook, accessibili a tutti i dati di 540 milioni di utenti conservati su server Amazon

Facebook, accessibili a tutti i dati di 540 milioni di utenti conservati su server Amazon (Ansa)

ROMA – Accessibili a tutti, e quindi vulnerabili, i dati di 540 milioni di utenti Facebook. Si tratta di una falla che riguarda quei dati conservati su server Amazon. Secondo la società di sicurezza informatica Upguard, all’origine del problema vi sarebbero due applicazioni accessibili tramite l’account Facebook ma sviluppate da terzi, le cui informazioni relative agli utenti sarebbero state immagazzinate su server pubblici configurati non correttamente e quindi non sicuri.

A riportare quanto sta accadendo relativamente alla falla è il quotidiano Le Soir, secondo il quale le due applicazioni sono quella sviluppata dalla messicana Cultura Colectiva, che conta oltre 6 milioni di utenti attivi al mese, e il gioco “At the Pool” che, pur non più disponibile dal 2014, avrebbe coinvolto 22mila utenti.

Secondo la società informatica che ha lanciato l’allarme, il problema risiede nel fatto che i server pubblici di Amazon custodiscono i dati non sono configurati correttamente, e ciò permette a chiunque di scaricare tutti i database presenti al loro interno. Facebook, da parte sua, non può rimediare non avendo controllo sui dati condivisi con terzi. A quanto pare ha però provveduto tramite un accordo con Amazon a chiedere l’eliminazione dei database incriminati. 

Amazon, da parte sua, ha detto che “i clienti di AWS possiedono e controllano completamente i propri dati. Quando riceviamo un rapporto di abuso relativo a contenuti che non sono chiaramente illegali o altrimenti vietati, comunichiamo al cliente in questione e chiediamo che adotti le misure appropriate, che è quello che è successo qui”. (Fonte Le Soir).