Il Fatto: “I segreti di Finmeccanica. Tangenti su tutto”. Poi ancora Trattativa

Pubblicato il 23 agosto 2012 1:48 | Ultimo aggiornamento: 23 agosto 2012 1:48

Il Fatto Quotidiano, prima pagina, 23 agosto 2012ROMA – Il Fatto Quotidiano del 23 agosto apre con “I segreti di Finmeccanica. Tangenti su tutto”. L’ex presidente Pierfrancesco Guarguaglini denuncia la grande spartizione: “Mazzette non solo per gli armamenti, ma per qualsiasi cosa”. E le cariche lottizzate? “Non solo il pdl Marco Milanese, ma anche politici di centrosinistra e sindacati. Era una prassi. Nel Cda 4 membri li nominavamo noi e 3 i politici. Ora naturalmente fingono tutti di non conoscermi”.

Segue un articolo a firma di Marco Vitale: “Ilva, il veleno della corruzione”. Accanto una foto delle acciaierie con la scritta in rosso: “Taranto, vietato passeggiare”. Il riferimento è all’ordinanza del sindaco che ha vietato l’accesso ai giardini, a causa dei veleni”.

Il taglio centrale torna sulla trattativa Stato-mafia. Titolo: “Lo Stato è vittima: governo parte civile? L’udienza di Palermo si avvicina e Monti deve decidere se costituirsi o no contro gli imputati”.

Maurizio Viroli scrive del “Presidente e quei pm soli”. Viroli si domanda: “Si rende conto il Capo dello Stato – e con lui il Presidente del Consiglio e tutti i commentatori che hanno sostenuto il suo operato – di cosa vuol dire lasciare soli o indebolire l’autorevolezza dei magistrati?”. Dalla colonna accanto Gianni Vattimo caustico: “Firmo contro il regime. Si parla tanto, discutendo dell’articolo (decisivo, inappuntabile) di Gustavo Zagrebelsky, di “eterogenesi dei fini”. Ma varrebbe la pena anche, e più, di parlare di eterogenesi delle cause”.

Marco Travaglio nel suo editoriale, titola con una metafora calcistica: “1-1, cioè 2-0”. Travaglio se la prende col quotidiano la Repubblica che, a suo dire, sfoggia un “plumbeo mimetismo”. Scrive Travaglio: “Nella pagina dei commenti di Repubblica, che negli ultimi giorni ha visto fronteggiarsi a distanza Zagrebelsky e Scalfari sul conflitto attivato da Napolitano contro la Procura di Palermo, ieri comparivano due articoli speculari che, almeno dal titolo, parevano dare l’uno ragione e l’altro torto al Quirinale. “Le parole incaute del Colle” di Franco Cordero e “I meriti del Presidente” di Giuseppe Maria Berruti, giudice di Cassazione”.

In chiusura lo sport. De Carolis sull’inchiesta calcioscommesse: “Conte, confermati 10 mesi. Agnelli: Caccia alle streghe”. Cardinalini su “Simone Farina, troppo pulito per il nostro calcio. Lavorerà in Inghilterra”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other