Jimmy Savile, Lord Patten: “Criticate la Bbc? Ma guardate la tv italiana”

Pubblicato il 27 Novembre 2012 16:41 | Ultimo aggiornamento: 27 Novembre 2012 16:41
Lord Christopher Francis Patten

Lord Christopher Francis Patten ha difeso la Bbc travolta dallo scandalo pedofilia

LONDRA – “Criticate la Bbc per lo scandalo pedofilia? Ma guardate la tv italiana…”: fa discutere la presa di posizione di Lord Christopher Francis Patten, presidente del trust che governa la tv di Stato britannica.

Per difendere la televisione britannica durante un’audizione alla commissione parlamentare Cultura, Media e Sport, Lord Patten ha puntato il dito contro altre televisioni: “Chiunque tratti come spazzatura la Bbc dovrebbe essere obbligato a guardare la tv italiana, francese, tedesca o americana. Forse non quella tedesca, ma di certo quella italiana…”.

Patten ha difeso il suo operato e l’integrità dell’azienda travolta suo malgrado dallo scandalo Savile prima, e Lord McAlpine poi.

Jimmy Savile era il conduttore di Top of The Pops, celebre negli anni Settanta, accusato di aver avuto rapporti sessuali con decine di minorenni, coperto dai dirigenti della stessa tv di Stato.

Alistair McAlpine è un politico britannico conservatore ora in pensione, in passato consigliere del premier Margaret Thatcher. McAlpine è stato coinvolto nella vicenda pedofilia alla Bbc dopo che durante una puntata del programma di approfondimento di punta, Newsnight, una presunta vittima di abusi aveva accusato un “ex politico conservatore”. Anche se non ne aveva fatto il nome, tutti avevano pensato a McAlpine. Solo in un secondo tempo McAlpine è risultato estraneo alla vicenda.

Per questo episodio si è dimesso il neo direttore generale della Bbc, George Entwistele. La Bbc ha raggiunto un accordo per pagare a McAlpine un risarcimento di 185.000 sterline.

Sulla liquidazione di Entwistle da 450.000 sterline (quasi 560.000 euro) per due mesi di servizio, Lord Patten ha detto in commissione di “non aver avuto scelta”.