Al Bano: “Ucraina mi ha messo nella lista nera? Un fulmine a ciel sereno? Io e Putin…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 marzo 2019 20:10 | Ultimo aggiornamento: 11 marzo 2019 20:10
Al Bano: "Ucraina mi ha messo nella lista nera? Un fulmine a ciel sereno? Io e Putin..." (foto Ansa)

Al Bano: “Ucraina mi ha messo nella lista nera? Un fulmine a ciel sereno? Io e Putin…” (foto Ansa)

ROMA – “L’Ucraina mi ha inserito nella lista nera? Giuro – ha detto all’agenzia “Ansa” Al Bano – che per me è un fulmine a ciel sereno. Semplicemente non ho mai fatto niente ne’ contro l’Ucraina né contro nessun altro Paese al mondo”.

“Io – ha detto ancora Al Bano – vado, canto le mie canzoni, canto la pace e da uomo di pace mi sono sempre presentato. E continuerò ad esserlo perché ci credo”.

“Ho giustificato l’annessione alla Russia della Crimea? Ho detto quello che dicono tutti quanti. Che facciamo? Mettiamo il veto a tutti di andare in Ucraina? Io sono un uomo di libertà, non vedo perché mi devo bloccare o censurare per una cosa che è naturale da dire”.

“Di Putin penso che abbia fatto un gran bel lavoro per la Russia, ma non vado nel merito”.

“Ho visto – ha spiegato il cantante – come si è comportato durante il periodo della Siria, il caos in Siria, e devo dire che è stato a mio avviso perfetto. Ha bloccato Obama che voleva dichiarare guerra alla Siria, è stato lui a bloccarlo”. Quando gli è stato chiesto delle vittime tra i civili siriani che Mosca è accusata di aver provocato, Al Bano ha risposto che “purtroppo la cosa più demenziale al mondo è la guerra”, che “quando arriva non guarda in faccia nessuno. Quindi – ha concluso – bisognerebbe depennare dal vocabolario umano il sostantivo ‘guerra’. Solo allora potremo ritenerci umani”.

“Tutti dicono che sono amico con Putin. Mi piacerebbe – spiega – Abbiamo soltanto conoscenza ma neanche tanto approfondita”.

“Certo – ha ricordato – è che ho cantato a Leningrado nell’86 e poi ho conosciuto lui che era un capo del Kgb. Poi nel 2005, l’ultima notte dell’anno, al Cremlino c’era la famosa riunione annuale e ho cantato con la Sinfonica di Mosca ed è stato un momento davvero speciale. Ma – ha concluso – da qui a parlare di amicizia, mi dispiace ma non è così”.

Fonte: Ansa.it