Berlusconi: “Se Monti con noi io felice, altrimenti costretto a candidarmi”

Pubblicato il 14 Dicembre 2012 22:05 | Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2012 22:05

Berlusconi: “O Monti o io resto”

MILANO – O Mario Monti oppure, “a malincuore” Silvio Berlusconi. Lo ha detto per tutta la giornata e lo ha ripetuto venerdì sera, arrivando alla festa di Natale del Milan: se Mario Monti si candiderà  Silvio Berlusconi sarà ”il più felice di tutti” altrimenti, ha detto il leader del Pdl arrivando alla festa di Natale del Milan, ”sarò costretto ad essere protagonista della campagna elettorale”.

Secondo Berlusconi si ripete oggi la stessa situazione del ’94 quando lui decise ‘‘di scendere in campo per non lasciare il governo alla sinistra che purtroppo per noi è ancora post comunista”.

”Si ripete la stessa situazione – ha spiegato – e quindi mi auguro che si trovi il modo di mettere insieme tutti i moderati. C’è stata questa avances dei centristi nei confronti del professor Monti e allora io, perché sia possibile che i centristi si mettano insieme con il mio movimento e anche con la Lega, mi sono detto assolutamente disponibile a fare il tifo per il professor Monti. Quindi dipende da lui e dalla risposta che ci darà”.

”Se la risposta sarà positiva – ha proseguito Berlusconi – sarò il più felice di tutti e parteciperò alla campagna per dare una mano. Se invece ci sarà una risposta negativa sarò costretto, perché di tutto ho voglia meno che di rimettermi in pista per una campagna elettorale, ma sarò costretto per gli interessi che ho, per il mio paese e per il bene che voglio al mio paese ad essere io ancora protagonista della campagna elettorale”. ”Se dovessi correre – ha concluso Berlusconi – sarebbe una corsa per vincere”.