Il Fatto: Berlusconi non ammesso ai funerali della Thatcher. Ci sarà solo Monti

di Antonio Sansonetti
Pubblicato il 12 Aprile 2013 11:24 | Ultimo aggiornamento: 12 Aprile 2013 18:00
Il Fatto: Berlusconi non ammesso ai funerali della Thatcher. Ci sarà solo Monti

Berlusconi-Franti nella foto di gruppo per il G20 in Inghilterra dell’aprile 2009. Al centro la regina Elisabetta (LaPresse)

LONDRA – Ai funerali di Margaret Thatcher porte chiuse per Silvio Berlusconi: l’unico italiano ammesso ai funerali della Lady di Ferro sarà Mario Monti, nella doppia funzione di presidente del Consiglio e di ministro degli Esteri ad interim. Racconta Caterina Soffici sul Fatto Quotidiano che Berlusconi

“Ha fatto i salti mortali per entrare nella prestigiosa lista dei 2.300 “invitati” al funerale di Margaret Thatcher. […] Da Palazzo Grazioli le telefonate all’ambasciata italiana a Londra sono state numerose e insistenti. Si è mosso perfino Gianni Letta in persona, l’eminenza grigia del Cavaliere che ha le chiavi per aprire parecchie porte e portoni in Italia. Non il portoncino nero del No. 10 di Downing Street però”.

La Soffici, nota per aver fatto arrabbiare V.S. Naipaul al Festival della Letteratura di Mantova, aggiunge “perché sulle rive del Tamigi Silvio Berlusconi non è personaggio gradito”. In realtà chiunque, privo di cariche istituzionali, avesse provato ad andare nel palco dell’autorità sarebbe stato escluso. Che fosse D’Alema, Bersani e forse perfino Draghi.

Forse a Londra non si sono dimenticati di quel “Mister Obamaaa!” urlato dall’allora premier (era l’aprile del 2009) all’indirizzo del presidente americano durante la foto di gruppo, che fece scattare la Regina: “Cos’ha da gridare?”. A Berlusconi non era andato bene neanche l’ultimo incontro coi capi di Stato del G20, nei giorni immediatamente precedenti il passaggio di consegne a Monti.

Ai funerali, che si terranno mercoledì 17 nella cattedrale di St. Paul, non ci saranno neanche la presidentessa argentina Christina Kirchner e Nelson Mandela (che la Thatcher definì “terrorista”). In compenso ci sarà Frederik Willem de Klerk, l’ultimo presidente dell’era apartheid del Sudafrica. Mancheranno, ma solo per motivi di salute, Nancy Reagan e Michail Gorbaciov. Probabilmente non ci sarà Barack Obama, che manderà sua moglie Michelle. Ci sarà la regina Elisabetta, ed è un evento storico perché è dal 1965, dai funerali di Winston Churchill, che la regina non partecipava alle esequie di un politico inglese.

Sui giornali inglesi, per ora, non si trovano conferme alla notizia data dal Fatto. Si parla di ospiti inglesi, americani, europei, internazionali, ma non si fa menzione degli italiani, quindi né di Monti né di Berlusconi.