Intercettazioni, il testo integrale della riforma Severino

Pubblicato il 14 Aprile 2012 - 00:03 OLTRE 6 MESI FA

Paola Severino (LaPresse)

ROMA – Ecco il testo del disegno di legge per la riforma delle intercettazioni presentato dal ministro della Giustizia Paola Severino.  Il ddl introduce importanti novità in materia di intercettazioni, segreto istruttorio, pubblicazione di atti e di intercettazioni, punizione dei giornalisti e degli editori. Si pongono anche obblighi agli inquirenti nel caso oggetto delle indagini sia un religioso.

Subito hanno reagito due campioni della libertà di stampa, il deputato Giuseppe Giulietti e il senatore Vuncenzo Vita:  “Sconsiglieremmo al nostro peggior nemico di tornare a riproporre norme bavaglio in materia di intercettazioni. Mai come in questo momento la sola impressione di voler limitare il libero esercizio del diritto di cronaca potrebbe rivelarsi rovinosa non solo per l’articolo 21 della Costituzione, ma per i medesimi proponenti. Neanche il più cinico nemico di questo governo riuscirebbe ad inventare nulla di peggio per screditare l’esecutivo in carica”.

Durissimo, rispetto al ddl Severino, il commento di Marco Travaglio nel suo editoriale sul Fatto Quotidiano in edicola il 14 aprile: “Spiace per l’impegno profuso dalla ministra Severino che, dopo il pessimo inizio dell’indultino travestito da svuotacarceri, si sta dando un gran daffare per la leggeanti-corruzione. Ma, se il punto di mediazione e di equilibrio fra gli appetiti e le paure del Trio Lescano (Alfano-Bersani-Casini) è l’abortino anticipato dai giornali, è meglio soprassedere e riparlarne un’altra volta: se e quando in Parlamento ci sarà una maggioranza interessata a combattere il malaffare e non a coprirlo”.

Leggere le varie versioni della legge bavaglio, nella sua evoluzione fino a oggi, insegna molte cose.

Per leggere il testo integrale presentato dal ministro clicca qui.